Libri: “Alla mensa degli angeli”a TUGLIE la presentazione del libro di Riccardo Viganò

Si svolgerà domenica 12 febbraio 2017, alle ore 18.30, presso la sede del Centro Informazioni Turistiche di Tuglie (Le), nel caratteristico frantoio ipogeo di Via Trieste, una nuova presentazione del nuovo volume di Riccardo Viganò, il saggio dal titolo “Alla mensa degli Angeli. Storie di ceramiche, botteghe e vasai a Nardò tra i secoli XVI e XIX(Edizioni Esperidi 2016).

Introduce e modera l’archeologa Giovanna Maggiulli presidente dell’associazione Terracunta; interverranno: Salvatore Matteo già direttore del Museo della Ceramica di Cutrofiano, Stefano Calò archeologo medievista, Vittorio Marras (Gruppo Speleologico Neretino). L’evento è organizzato dall’associazione Terracunta in collaborazione con Edizioni Esperidi e Gruppo Speleologico Neretino. Ingresso libero.

Il libro: A due anni dalla pubblicazione del volume “Per uso della sua professione di lavorar Faenze” (Ed. Esperidi 2013) lo studioso Riccardo Viganò prosegue il suo appassionato studio dei manufatti ceramici neretini offrendo alla comunità scientifica, e non, questo nuovo volume che riesce a dare a Nardò il giusto peso e ruolo nella storia delle fornaci e delle manifatture ceramiche, tra la seconda metà del XVI e gli inizi del XIX secolo. Il tutto senza avere la presunzione di realizzare uno studio esaustivo bensì con l’intenzione di aggiungere un importante tassello allo straordinario patrimonio storico della città neretina, rivelando un sorprendente ed inedito passato fatto di storie stratificate di intere famiglie di figuli la cui operosità di gente comune ha contribuito alla fortuna storiografica di questo luogo. Fondamentale nel percorso è stato lo studio delle fonti archivistiche notarili, ecclesiastiche ed iconografiche, l’osservazione di materiali (impasto, decori etc.) editi ed inediti provenienti da recenti scavi realizzati a Nardò, il confronto con realtà vicine come Cutrofiano.

L’autore: Riccardo Viganò (Giussano, 1969), brianzolo di nascita ma salentino di radici lontane, vive a Galatone e opera come tecnico per la conservazione dei beni culturali. Dal 1998 è Ispettore Onorario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia ed è appassionatamente impegnato nella tutela e nella valorizzazione dei beni culturali del suo territorio occupandosi dello studio delle aree di produzione della ceramica post medievale e moderna. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste, giornali locali e siti web, ha all’attivo le seguenti pubblicazioni: Le ceramiche dal palazzo Marchesale di Galatone (2003), e – nei Quaderni del Museo della Ceramica di Cutrofiano – Ceramica post medievale da Galatone (2002), Le ceramiche post medievali della chiesa di S. Giorgio in Racale (2004), Primi dati sulla ceramica di Nardò (2008), Ceramisti di Nardò tra XVI e XVIII secolo (2009). Per la collana Biblioteca delle Esperidi (Ed. Esperidi 2013) ha pubblicato Per uso della sua professione di lavorar Faenze. Storia delle fornaci e delle manifatture ceramiche di Nardò tra la seconda metà del XVI e gli inizi del XIX sec. Nel 2014 ha pubblicato in e-book la Piccola guida alla storia di Tabelle: genesi, storia e archeologia di un feudo neretino in Terra d’Otranto. 

“Alla mensa degli Angeli. Storie di ceramiche, botteghe e vasai a Nardò tra i secoli XVI e XIX

di RICCARDO VIGANÒ, pp. 144, (12 immagini colore, 65 immagini b/n), isbn 978-88-97895-90-9, € 17.00

Edizioni Esperidi luglio 2016

 

Commenti chiusi