Giornalista Rai Mariagrazia Mazzola aggredita a Bari L’inviata del Tg1 stava intervistando la moglie di un boss. ‘Non sono stata insistente, viva la stampa libera’ ha detto la giornalista

Bari,10 febbraio_ La giornalista inviata del Tg1 Mariagrazia Mazzola è stata aggredita questo pomeriggio a Bari, nel quartiere Libertà, mentre svolgeva il suo lavoro. A quanto si apprende, la professionista stava intervistando la moglie di un boss.

La giornalista è stata portata al pronto soccorso del Policlinico di Bari dove si recato anche il procuratore Giuseppe Volpe. Sarebbe stata Monica Laera, moglie 44enne del boss Lorenzo Caldarola del quartiere Libertà di Bari, ad aggredire Mariagrazia Mazzola, che era andata a casa del pregiudicato barese per intervistare i familiari.

La giornalista indossava microcamere nascoste che, quindi, hanno immortalato i momenti dell’aggressione. La moglie del boss l’avrebbe colpita violentemente con uno schiaffo alla parte sinistra del capo, colpendole l’orecchio.

La presunta responsabile dell’aggressione, anche lei già nota alle forze dell’ordine, avrebbe reagito alla richiesta di un’intervista sulla sua famiglia e in particolare sul marito. Il boss 45enne Lorenzo e il figlio 26enne Francesco Caldarola, sono entrambi attualmente detenuti.

Il legale “Non corrisponde assolutamente alla verità storica che la signora Laera ha consumato una aggressione, ovvero ha cercato di intimidire la sconosciuta giornalista”.

Lo precisa in una nota il legale della donna, spiegando la versione dei fatti fornita dalla sua assistita. Premettendo che due giorni fa è morta la nonna della signora Laera e che in casa la famiglia ancora vegliava la salma, il legale spiega che quando la giornalista ha chiesto l’intervista, la signora Laera “cercava, garbatamente, di rappresentare alla giornalista la particolare situazione emotiva del momento e lo stato di prostrazione in cui si trovava a seguito della morte della nonna.

Nonostante le preghiere rivolte all’interlocutrice, quest’ultima insisteva pervicacemente nella pretesa di rivolgere domande per ricostruire la storia di Ivan Caldarola” (figlio della donna, già coinvolto da minorenne in diversi procedimenti penali per omicidio, violenza sessuale e rapina).

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/mariagrazia-mazzola-aggressione-tg1-giornalista-bari-quartiere-liberta-immagini-esclusive-d9c33660-3947-410e-b17a-84f73cc3129a.html

 

Commenti chiusi