Cani nel cimitero, una scelta d’amore e di civiltà

Nardò, 11 maggio_È stata approvata durante i lavori della Quinta Commissione Consiliare la modifica all’art. 41 del Regolamento di Polizia Mortuaria che vieta di fatto l’accesso degli animali nel Cimitero di Nardò. Martedì prossimo l’approvazione definitiva in Consiglio sugellerà la fine di un divieto assolutamente anacronistico e irrispettoso dei sentimenti di alcune famiglie.

Riteniamo questa proposta meritevole della nostra approvazione e pertanto abbiamo già fatto giungere al Sindaco Pippi Mellone e al Consigliere delegato al randagismo Gianluca Fedele il plauso dell’associazione Mai Più Randagio. Questa ennesima iniziativa rende onore a tutta la Città la quale, grazie all’impegno dell’attuale Amministrazione, è diventata un modello virtuoso presa ad esempio da molti altri Comuni.

Negare l’ingresso agli animali d’affezione, in particolare ai cani, sino ad oggi ha significato – ad esempio – negare a una madre la consolazione di accompagnarsi col proprio cucciolo presso il luogo di sepoltura di un figlio legato in vita all’animale. Di rimando spesso le cronache ci struggono con storie di cani che non si rassegnano all’idea di aver perduto il proprio padrone e che lo vegliano in chiesa o talvolta anche dopo. Per questi e per tanti altri motivi crediamo fermamente che gli sviluppi futuri, in termini di sensibilizzazione e rispetto degli animali, non potranno che essere positivi.

A tal proposito restiamo convinti che la strada verso un totale rispetto nei confronti degli animali senzienti sia lunga e tortuosa ma i tanti segnali riscontrati da circa due anni a questa parte in Città ci lasciano sicuramente ben sperare.

Associazione Mai Più Randagio
Il Direttivo

Commenti chiusi