Da Torre San. Isidoro a Torre Squillace una giornata dedicata alla pulizia di fondali e spiagge lungo la costa neretina -video

Nardò, 20 maggio di Giuseppe Verardi: Una giornata ecologica che “purtroppo” porta i suoi frutti! Siamo certi di aver fatto il bene dell’intera comunità di Sant’Isidoro, ma ancor di più di aver aumentato la sensibilità dei frequentatori della marina stessa. Molti rifiuti sono stati recuperati lungo la costa mentre felicemente molti meno sono stati trovati sui fondali marini vicini.


Naturalmente mi sarei aspettato una maggiore partecipazione da parte di chi ogni giorno predica bene e razzola male ma si sa, è più facile fare i leoni dietro ad una tastiera che agire in prima persona. Volevo ringraziare tutti ma proprio tutti i collaboratori che dal primo momento si sono interessati all’evento chiedendo come fare per parteciparvi.

Ringrazio quindi tutta l’AMP Porto Cesareo in particolare Sergio FaiLuca Re e Graziano Leonilda Casciaro, la Proloco Sant’Isidoro, i volontari del WWF e della Lipu, i subacquei di Ippocampus venuti da Campi Salentina, gli operatori della ditta Bianco, gli amici dell’OFS Paolo Gaballo e Salvatore Serra e tutti i volontari, Donatello Tarantino Lucia Urso, cittadini che anziché approfittare della bella giornata di sole hanno preferito ripulire questo tratto di territorio.

Un ringraziamento particolare inoltre va fatto al nostro volontario più anziano, il nostro ormai ottantenne Bernardo, ex sommozzatore della Marina Militare che ha voluto essere in prima linea in questa giornata ed al nostro assessore all’ambiente Mino Natalizio.
Grazie ancora, grazie a tutti per il vostro smisurato senso di responsabilità verso il nostro territorio.

 

 

Commenti chiusi