Scandalo sanità, M5S: “Combattere la corruzione sul nascere: stop a nomine politiche in sanità e rispetto normativa sulla rotazione dirigenti”

Bari,6 luglio Se le ipotesi di reato attribuite al direttore generale e (ironia della sorte) al Responsabile Anticorruzione dell’ASL/BA venissero confermate al termine delle indagini, ci troveremmo certamente di fronte ad un episodio gravissimo. Invitiamo l’assessore alla Sanità Michele Emiliano a fornire tutte le delucidazioni del caso sull’accaduto al Consiglio o in Commissione e congeliamo qualsiasi giudizio fino al termine delle indagini.

D’altro canto alla luce di questi episodi ricordiamo ancora una volta la necessità di intervenire per contrastare sul nascere i fenomeni che rischiano di creare degli ambienti favorevoli al dilagare di fenomeni corruttivi.

Innanzitutto le nomine dei dirigenti della sanità da parte della politica vanno abolite. Ribadiamo per l’ennesima volta la necessità di spezzare una volta per tutte il legame tra la politica e la sanità, i dirigenti sanitari devono essere scelti per meriti. Ma non solo: noi del Movimento 5 Stelle Puglia abbiamo evidenziato al governatore Emiliano numerose volte in questi anni la necessità di vigilare sul rispetto della normativa sulla rotazione dei dirigenti ASL finalizzata proprio ad evitare che si creino condizioni che favoriscano fenomeni corruttivi. Solo pochi giorni fa abbiamo denunciato una probabile mancanza di rispetto della normativa nella ASL di Foggia emersa in seguito alle nostre indagini.

La corruzione va combattuta sul nascere, in via preventiva  e un assessore alla sanità che ricorda spesso nei salotti televisivi il suo passato da ex magistrato questo lo dovrebbe sapere prima di chiunque altro.

Commenti chiusi