Verardi,GA: Su Sant’Isidoro Siciliano e My sono come Miss Arci: difendono gli abusivi

Nardò,10 agosto_In questi giorni su alcuni blog locali ,molto vicini ai consiglieri comunali di opposizione, è apparso un post che sottolineava come il controllo del territorio e le sanzioni legate alle infrazioni del codice della strada per la sosta selvaggia in barba alle regole nella marina di S. Isidoro avrebbe, secondo i consiglieri Lorenzo Siciliano e Roberto My, compromesso l’economia locale di gestori e commercianti. Replica a riguardo il consigliere Giuseppe Verardi che certamente non le manda a dire ,ma soprattutto rispetta quella informazione pluralista, latitante da parte di un opposizione che da tempo preferisce “comunicare” tramite canali “preferenziali” per un ristretto numero di accoliti (N.d.R)

Verardi: Come Miss Arci a Lecce, che pretende di difendere gli abusivi, l’opposizione a Nardò ha la faccia tosta di criticare le multe per chi parcheggia in area vietata! Una critica becera, montata ad arte, che è il contrario di quanto i professori del parcheggio abusivo hanno dichiarato in commissione ed è il contrario gli stessi dicevano appena due settimane fa, quando invocavano più controllo e più vigili. Insomma delle due l’una: o prendono lezioni di politica da Dottor Jekyll e Mister Hyde o hanno l’esigenza di parlare giusto per segnalare la propria presenza.

Siciliano&My

Ricordo a tutti che lo scorso anno, anche su sollecitazione di commercianti, residenti e turisti, feci preparare la nuova segnaletica, che prontamente venne installata lungo il tratto di costa interdetto alla viabilità.

Una iniziativa che si somma ai tanti interventi che stiamo facendo a Sant’Isidoro a Torre Squillace e al Frascone, dopo decenni di assoluto disinteresse. Ma, d’altronde, non potrebbe essere diversamente: io, che ho una delega per la zona, seguo puntualmente le decine di segnalazioni che, a vario titolo, arrivano da queste marine e alle quali, puntualmente, offro riscontro… questo duo non l’ho mai visto presente, attivo e propostivo.

Anche per questo sono rimasto sbalordito nel leggere il comunicato di rappresentanti istituzionali che invocano il non-rispetto delle regole. Ma non vi vergognate? Perché non vi dimettete? Dopo tre decenni di governo alla guida della città, che hanno condannato Sant’Isidoro al ruolo di Cenerentola scalza e denutrita, ora criticate chi sta lavorando per farne la Principessa dello Ionio?

E non una principessa punkabbestia tutta caos e zero regole, come forse piace a voi, ma una marina ordinata ed elegante, a misura di famiglie.

Tra l’altro questa amministrazione, col mio interessamento, ha realizzato, anche un’area parcheggio, che si trova in Via Giusti, a meno di 5 minuti a piedi dalla principale spiaggia di S. Isidoro. Quindi nessuno può sentirsi autorizzato a parcheggiare sugli scogli e sulle aree demaniali. In questi mesi abbiamo rimosso le imbarcazioni abusive nella baia e portato gli agenti di Polizia Locale sulle spiagge, per assicurare sicurezza e tranquillità per tutti. Abbiamo fatto un lavoro enorme ed impressionante, che mi ha visto protagonista e che trova immediato riscontro tra le dichiarazioni, espresse anche via social, anche sui gruppi dedicati a Copertino, da tante persone serie ed oneste, che non perdono occasione per esprimere dichiarazioni di stima per il nostro modo di lavorare.

Perché la verità è sotto gli occhi di tutti: anche qui, come altrove, abbiamo ottenuto più risultati negli ultimi due anni che tutti i sindaci nei trenta precedenti. Una situazione che rode agli ex amministratori, ai loro discendenti diretti e ai loro sodali di Copertino.

Per questo Siciliano e My, in particolare, sono in estremo imbarazzo, incapaci di giustificare l’inefficienza della propria area politica, a Nardò come a Sant’Isidoro come altrove. Per questo, mentre noi agiamo con interventi attesi da trentanni, su illuminazione, arredo urbano, rinaturalizzazione della spiaggia, nuova segnaletica stradale e progetti di valorizzazione della marina, loro si schierano con l’anarchia dei parcheggi, l’abusivismo ed il caos.
Ma… sentite a me: invece di fare brutte figure a mezzo stampa andatevene al mare!

Giuseppe Verardi,
Consigliere Comunale delegato alla pesca e alla valorizzazione delle risorse del mare
Giovani in Azione

Lascia un commento