Andare Oltre: “occorre un candidato alternativo alla sinistra radical chic”.

Lecce, 31 gennaio_  Andare Oltre ha partecipato al tavolo delle civiche leccesi, che ha incontrato la Senatrice Adriana Poli Bortone. Il movimento, rappresentato in assemblea da Massimo Fragola, capogruppo uscente di Andare Oltre e coordinatore provinciale del movimento, ha apprezzato le dichiarazioni della Senatrice ed il richiamo alle esperienze positive delle ultime amministrative di Nardò e Galatina, nelle quali Andare Oltre è stato il movimento trainante.

“Nel corso dell’incontro – spiega Fragola – ho ribadito la nostra convinzione di puntare ad una sintesi in grado di dare dignità alla città. Lecce ha bisogno di individuare una alternativa alla coalizione di sinistra capeggiata da Salvemini. Ho spiegato inoltre come in questa situazione un terzo (o quarto) polo sia improduttivo: spaventerebbe i leccesi! E questo perché l’ultima esperienza, conclusasi con le dimissioni dell’ex Sindaco, è stata deleteria. Come denunciamo da mesi, infatti, il polo civico è stato tradito ed è mutato nella forma e nella sostanza. La coalizione è diventata in men che non si dica “ditta di sinistra”. Un Cavallo di Troia dal quale Andare Oltre (pur garantendo lealtà su temi fondamentali come la questione Lupiae Servizi) ha preso le distanze per tempo, proprio a causa dell’assoggettamento alle pulsioni della sinistra più radicale. Come non ricordare il diniego del taglio di indennità a sostegno dei poveri, l’aumento delle tasse per le bancarelle dei mercatai, il tradimento dei “passi carrabili retroattivi”? Misure estranee alla nostra cultura e figlie di un odio ideologico.

Per queste ragioni Andare Oltre ha ribadito la necessità di individuare un candidato unico, che sia alternativo alla sinistra radical chic. La sfida è quella di trovare una sintesi tra quanti sono alternativi agli uscenti. Se ciò non fosse possibile occorrerebbe scommettere, con determinazione, sulle primarie, che diventerebbero una sorta di ballottaggio preventivo”.

 

Andare Oltre, se si facessero le primarie, potrebbe schierare un proprio candidato, in grado di trainare l’intera coalizione di centrodestra sui temi del cambiamento, dell’innovazione e del rispetto dell’economia cittadina e dell’ambiente. Inoltre, secondo Andare Oltre, la senatrice Adriana Poli Bortone, persona di altissimo valore, amata ed apprezzata da tutti i leccesi, non può certamente avere timore delle primarie, per le quali si potrebbero scrivere regole certe a tutela di tutti.

I commenti sono chiusi.