Nardò: Lunedì,11 febbraio, parte il corso di formazione per ispettori ambientali. Iscrizioni possibili sino a sabato. Vigileranno sulle “buone prassi” ambientali dei neretini

Nardò, 7 febbraio_ Il previsto corso gratuito di formazione per ispettori ambientali volontari comunali avrà inizio lunedì 11 febbraio alle ore 15:30 presso la sede comunale di via Falcone e Borsellino (piano terra). Il corso avrà una durata di 20 ore e si articolerà in lezioni pomeridiane nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, sempre dalle ore 15:30 alle 19:30. I moduli di lezione saranno sul nuovo sistema di raccolta differenziata nella città di Nardò, sul Testo Unico Ambientale, sulla figura e sui compiti dell’Ispettore Ambientale, sull’illecito amministrativo e procedure che riguardano le sanzioni ai sensi della legge 689/81, sulla redazione di un verbale amministrativo e degli atti di contestazioni delle violazioni ambientali. Venerdì 22 febbraio è prevista la prova finale d’esame (una prova scritta a risposte multiple).

C’è ancora tempo per le iscrizioni, basta compilare il modulo disponibile presso il comando di Polizia Locale di via Crispi n. 99 e presso l’ufficio Urp (chiostro dei Carmelitani) o scaricabile dal sito www.comune.nardo.le.it e inviarlo – entro sabato 9 febbraio – per posta elettronica certificata (protocollo@pecnardo.it e polizialocale@pecnardo.it), posta elettronica ordinaria (polizialocale@comune.nardo.it) o spedirlo/consegnarlo a mano presso l’ufficio Protocollo, presso il Castello in piazza Cesare Battisti.

L’ispettore ambientale si occuperà di attività informative, educative, di prevenzione, di segnalazione e di contestazione delle violazioni sul territorio comunale, finalizzate alla prevenzione e alla corretta applicazione di regolamenti e ordinanze sul conferimento dei rifiuti, sulla difesa del suolo e del paesaggio, sulla tutela dell’ambiente. Il servizio, che non è retribuito, sarà svolto da personale qualificato individuato a seguito del corso e di un esame finale da cui scaturirà una graduatoria di merito.

In seguito alla graduatoria, saranno individuati (massimo) dieci Ispettori Ambientali. È considerato titolo preferenziale nella formulazione della graduatoria l’appartenenza (attuale o pregressa) alle forze dell’ordine o ad associazioni di volontariato. L’incarico avrà la durata di un anno e potrà essere rinnovato. All’Ispettore Ambientale sarà rilasciato apposito tesserino di riconoscimento e fornita una pettorina

I commenti sono chiusi.