Galatone. Nisi: «Ben venga l’inchiesta. Noi abbiamo rispettato la legge»

Galatone 19 giu:_Apprendiamo dal candidato sindaco Filoni che la Procura avrebbe aperto un’inchiesta su presunti illeciti commessi nella discarica Vignali-Castellino. Non può che farci piacere. Il riflettore accesso dalla Procura sulla discarica di amianto è una garanzia per l’Amministrazione Comunale e per la cittadinanza di una puntuale verifica del rispetto degli standard di sicurezza all’interno del sito di stoccaggio.

La stessa Amministrazione Comunale inviò alla Procura e alla provincia la copia della denuncia formulata dagli ambientalisti su presunti illeciti. Questo lo stato dell’arte.

Da qui a trarre conclusioni ed emettere sentenze ne corre.

L’Amministrazione Comunale ha sempre avuto la massima attenzione alle questioni ambientali tant’è che più volte ho chiesto, e ottenuto, la convocazione di un tavolo tecnico provinciale. Non ho sottovalutato qualsiasi segnale che potesse destare preoccupazione segnalandolo alle autorità preposte.

A riprova dell’attenzione riservata alle tematiche ambientali vi sono le costanti rilevazioni sulla qualità dell’aria e dell’acqua, fatte su impulso dell’amministrazione comunale anche se non rientrava nei sui compiti istituzionali.

Filoni deve smetterla di strumentalizzare questioni serissime per scopi elettorali creando un allarme sociale molto forte.

Il parere favorevole che l’Amministrazione ha rilasciato a fronte della richiesta dell’ampliamento della volumetria era dovuto per legge, anche se aveva solo valore consultivo, e riguardava solo gli aspetti tecnici.

Nessuna leggerezza quindi o superficialità che ci attribuisce il candidato sindaco nella sua foga elettorale.

La giustizia farà il suo corso e se qualcuno ha sbagliato pagherà ma nessuno può e ne deve tentare di sostituirsi alle sentenze.

 

Il Sindaco

                                                                                     Livio Nisi

Nessuna votazione

Puoi votare questo contenuto

Lascia un commento