«Io sono governatore neoeletto di una regione importante».

Nichi Vendola risponde così a chi gli chiede se si stia puntando alla guida centrosinistra alle elezioni politiche del 2013. Come dire: ho un mandato degli elettori della Puglia e solo della mia regione mi voglio occupare. Una risposta obbligata per uno nella sua posizione. Ma che certo non convince più di tanto quanti vedono in lui il leader di un centrosinistra ancora scombussolato dalla sconfitta alle regionali. Elezioni in cui forse l’unica consolazione è stata proprio Vendola, trionfatore contro i nemici esterni (Raffaele Fitto) ed interni (Massimo D’Alema).

La Stampa nei giorni scorsi ha detto che il governatore della Puglia sta organizzando una convention per fine maggio a Firenze. Un appuntamento in cui lancerà ufficialmente la sua candidatura alle primarie del centrosinistra nel 2012 con l’appoggio di esponenti importanti di Pd e Italia dei Valori come Ignazio Marino e Luigi De Magistris. Ma anche del giornalista Michele Santoro. Sono solo speculazioni giornalistiche? A dispetto delle parole, sono più le recenti mosse del neo governatore della Puglia a far pensare che non sia così. A partire dalla maratona tv che sta mettendo in atto in queste settimane. Prima a «Che tempo che fa» di Fabio Fazio il 26 aprile. Poi il primo maggio a Rainews24 per parlare di lavoro con il direttore Corradino Mineo. Il prossimo appuntamento sarà per martedì 4 maggio, ospite di Lilli Gruber a «8 e mezzo» su La7.

Insomma, conquistata la Puglia sembra che Nichi punti al palcoscenico nazionale. E nel farlo non trascura un mezzo che, da Barack Obama in poi, si sta dimostrando un mezzo sempre più strategico: il web. Su Facebook il governatore della Puglia è una star. La pagina «PUGLIAmo l’Italia» Nichi Vendola candidato premier 2013 ha oltre 14mila fan, 4mila ne può vantare la pagina «Vendola candidato premier per il 2013». E poi ci sono i gruppi «Un’Italia migliore si può fare, Vendola candidato premier per il 2013». e «Sottoscrizione per Vendola candidato premier alle politiche del 2013 solo per citare i più numerosi. Vendola inoltre ha oltre 100mila iscritti al suo fanclub personale. Oltre il doppio di Berlusconi e a distanza siderale da Pierluigi Bersani, che ne ha circa 20mila fan. È interessante dare un’occhiata al suo sito web e constatare come, uno strumento come «La Fabbrica di Nichi», abbia continuato a funzionare anche a elezioni finite e come si sia esteso a tutto il territorio nazionale. L’idea è quella classica del web 2.0: creare uno spazio online dove i sostenitori possano comunicare tra di loro, offrire le proprie idee e mettere in rete la propria porfessionalità. Ora il laboratorio di idee, partito dalla Puglia, sta diventando un fenomeno nazionale.

Si vedrà nei prossimi mesi se l’ipotesi di Vendola candiato premier è credibile. Intando il leader di Sinistra ecologia e Libertà incassa la bocciatura di Di Pietro. Per l’ex pm «se Vendola sta facendo il presidente della regione, faccia il presidente della regione, piuttosto che utilizzare quel ruolo per fare il salto della quaglia in improbabili candidature. Noi vogliamo aiutare Vendola a buon governare la regione Puglia, ma non vogliamo fossilizzarci su una candidatura che rappresenta una fascia minima della popolazione».

Fonte: Ilsole24ore

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi