Si ritorna alla militanza attiva?


Non pochi giorni fa la segretaria cittadina del PD, Vanessa Giannuzzi,

 aveva espresso il desiderio di “sposare” le richieste venute dà più parti dei cittadini del Pd, di riaprire la casa del popolo e renderla una realtà attiva in seno ad una città sempre più protagonista di quell’innato individualismo che la contri distingue.
Questo rappresenta per la segretaria cittadina, l’esigenza di colmare una lacuna che spesso separa i partiti dai cittadini dove facilmente si smarrisce il senso della realtà tra le esigenze vere e quelle sterili polemiche che albergano in un partito sempre più “lontano” dal popolo.
Un passo indietro? Forse, a nostro parere si ritorna a fare e non solo a pensare di fare e questo non può che essere uno sprono a fare della buona politica . Dopo tutto metterci la faccia e il tempo a “militare” accresce la fiducia delle parti e gli obbiettivi sembreranno meno lontani. Quindi da casa del popolo a casa dei cittadini riprendendo le vecchie e care abitudini che ha dato lustro ai partiti … la militanza attiva e speriamo che oltre al Pd ed ad altre realtà presenti sul territorio, si continui in questa direzione.

I commenti sono chiusi.