Un estate da “tartassati”…


Le premesse per la prossima stagione estiva nelle nostre marine,

 si presenta all’insegna di un braccio di ferro tra amministrazione e un manipolo di imprenditori locali. Il problema si chiama Tosap,(tassa per l’occupazione del suolo pubblico) che a quanto pare sia aumentato a dire dei commercianti delle marine, in modo “esoso”, con conseguente ricaduta sul listino “estivo”. A farne le spese manco a dirlo saranno non solo i turisti autoctoni ma soprattutto i potenziali “stranieri” che troveranno i prezzi di beni e  servizi sovradimensionati  con ovvi strascichi di polemiche e di una cattiva immagine.

 Non è certamente una bella notizia dopo che su queste pagine, si è cercato di “informare” per quello che è possibile, sulla necessità di fare quadrato, istituzioni locali e imprenditori, sul fine comune che è il turismo. Indotto, a nostro avviso, di importanza strategica su un territorio a forte vocazione, ma a sentire con quanta leggerezza i nostri amministratori lo propongano come slogan “istituzionale” appare evidente che ci sia una certa discrasia.

 Non ha un filo logico e tantomeno giustificato la presa di posizione di chi con queste azioni non si sforzi di recepire il bene per la città e per l’economia locale ma che persevera a non saper vedere lontano.

 Naturalmente tutto questo bailamme alla vigilia della stagione estiva… tanto per non smentirsi!

I commenti sono chiusi.