Una città piena di biciclette, turisti e bambini.

 Ma soprattutto una città senza auto, da vivere a pieni polmoni tra una passeggiata e un caffè all’aperto, sbirciando tra vicoli e scorci barocchi.

Sotto un sole quasi estivo, Lecce ha mostrato ieri il volto migliore sé. Pulita, bella e vivibile grazie alla “Giornata nazionale della bicicletta”, un’iniziativa cui hanno aderito in Italia 1.300 comuni tra cui il capoluogo salentino. Con il centro chiuso al traffico migliaia di cittadini hanno invaso le strade a piedi o in sella ad una bicicletta, accolti da locali e negozi aperti, ma anche dalle tante iniziative culturali e di svago organizzate in occasione della manifestazione promossa a livello nazionale con l’obiettivo di stimolare la “mobilità sostenibile” e ripulire dallo smog le aree urbane.

La festa si è aperta ufficialmente alle 9.30, a Porta Napoli, dove il sindaco Paolo Perrone ha dato lo start alla biciclettata muovendosi in testa al gruppo dei partecipanti. Il percorso che si è snodato per vari chilometri, lungo viali e piazze del centro, per concludersi a mezzogiorno nella villa comunale. Ed è stata qui la vera sorpresa. I giardini pubblici, mai come durante l’anno, affollati di famiglie. Centinaia di bambini attratti dai giochi e da un’animatissimo villaggio Disney, con personaggi in costume, musica e tanti gadget di “Topolino & company” distribuiti gratuitamente dagli organizzatori. Una festa in piena regola che è proseguita per tutta la giornata con un intenso viavai di gente, a testimoniare ancora una volta quanto sia forte da parte dei cittadini e soprattutto dei bambini il bisogno di spazi pubblici vivibili da frequentare in libertà, senza l’assillo del traffico e il peso dello smog.

Solo dopo le 11 Lecce ha davvero cominciato a vivere la sua giornata in bicicletta, con gruppetti e singoli cittadini ad incrociarsi sui viali sgombri di veicoli. Dopo la pausa-pranzo, nel pomeriggio, la gente si è di nuovo riversata in strada approfittando dell’opportunità di pedalare in sicurezza fino alle 19, quando è scoccata la fine dei divieti di transito in centro.

Ma ad attrarre in centro la gente non è stata solo la mancanza delle auto e la possibilità di andare in bicicletta. Tante le chiese e i monumenti aperti da visitare, come l’anfiteatro e il monastero di Santa Chiara, completamente restaurato e riaperto proprio ieri al pubblico grazie al Fai (Fondo per l’ambiente italiano). Aperti pure il museo del teatro romano ed il museo provinciale Sigismondo Castromediano, ma anche molti negozi, bar, pasticcerie e ristoranti. Una ricca cornice di servizi e iniziative che non ha mancato di suscitare apprezzamento tra i tanti turisti presenti in città, molti dei quali intenti a fotografare anche i festosi gruppi di ciclisti impegnati e a passare e ripassare per le strade del centro.

Insomma, una buona domenica per Lecce. Grazie anche all’organizzazione dei vigili urbani coadiuvati dai volontari della protezione civile, che hanno garantito lo svolgimento della manifestazione nella massima tranquillità. Ultima notazione degna di rilievo: mancava alla festa l’assessore alla Mobilità, Giuseppe Ripa. Ma solo perché era a Roma, in Campidoglio, dove ha ritirato per conto della città il premio nazionale “Bicity 2010”, consegnato a Lecce per il miglior programma realizzato in occasione della Giornata della bicicletta.

 

Fonte: GdM

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi