La Commissione Tributaria di Lecce

annulla gli avvisi di accertamento e le cartelle esattoriali con cui l’Agenzia delle Entrate e l’Equitalia Lecce s.p.a. contestavano ad una nota azienda di Nardò il mancato pagamento delle imposte Irpef, Iva e Irap per decine di migliaia di euro.

I fatti. Nel corso dell’anno 2009, l’Agenzia delle Entrate notificava ad un’azienda artigiana di Nardò un avviso di accertamento con cui chiedeva il pagamento di irpef, irap e iva per decine di migliaia di euro.
A destare i sospetti degli organi accertatori, in particolare, era stato lo scostamento rilevato tra i ricavi dichiarati dall’azienda e quelli calcolati mediante l’applicazione degli studi di settore.
Il titolare dell’azienda, dunque, si era visto recapitare un avviso di pagamento dall’importo elevato, che avrebbe sicuramente messo in ginocchio l’attività della propria azienda.
Pertanto, decideva, di adìre le vie legali e, rivolgendosi all’Avv. Paolo Gaballo, presentava ricorso alla Commissione Tributaria di Lecce al fine di ottenere l’annullamento sia dell’avviso di pagamento, che della cartella esattoriale notificata successivamente dall’Equitalia di Lecce.

Nel ricorso, in particolare, il legale contestava la circostanza che l’avviso di pagamento impugnato si basava esclusivamente sullo scostamento tra i ricavi dichiarati dall’azienda e quelli derivanti dall’applicazione degli studi di settore, senza ulteriori riscontri e senza tener conto della peculiare realtà dell’azienda e delle situazioni contingenti che avevano influenzato l’attività negli anni oggetto di accertamento.
La Commissione Tributaria di Lecce, Sez. IV, (Presidente De Pascalis, relatore Cordella), accogliendo le tesi dell’Avv. Paolo Gaballo, con apposita sentenza, decideva di annullare l’avviso di pagamento e la cartella esattoriale impugnata.
In particolare, secondo la Commissione Tributaria, come si legge nella sentenza pubblicata, l’avviso di pagamento non specifica “in cosa consistono le gravi incongruenze tra i ricavi e i compensi, ma indica solo lo scostamento tra quelli dichiarati e quelli desumibili in via presuntiva dall’applicazione degli studi di settore. Tale scostamento è stato, invece, giustificato e provato dal ricorrente con i documenti prodotti”.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi