Il TAR di Lecce annulla l’ordinanza con cui il Sindaco

 di Nardò aveva consentito al proprietario di una cappella nel cimitero di installare un impianto fotovoltaico sul solaio e stabilisce che il servizio di illuminazione votiva del cimitero comunale spetta esclusivamente alla ditta Borgia.
I fatti. Nel mese di ottobre 2008, il titolare della ditta Borgia, concessionaria del servizio di illuminazione votiva nel cimitero comunale, accortosi che il sig. Cordella Vincenzo aveva installato un pannello fotovoltaico per l’illuminazione votiva della propria cappella, denunciava l’accaduto al Comune di Nardò, invocando l’adozione di provvedimento volti al ripristino dello stato dei luoghi.

L’Amministrazione, dapprima, ordinava la rimozione del pannello fotovoltaico, successivamente, revocando il provvedimento di rimozione emesso nei confronti del Cordella, consentiva all’interessato di lasciare il pannello per l’illuminazione votiva della propria cappella.
Ciò sul presupposto che il pannello fotovoltaico non contrastava con il regime di esclusiva di cui è titolare la ditta Borgia per l’illuminazione votiva del cimitero e che lo stesso pannello era stato legittimamente installato per effetto del certificato di agibilità della cappella rilasciato nell’aprile 2008 dal Dirigente del Settore Urbanistica e Ambiente.

Sulla base di tale orientamento, negli anni seguenti, il Comune autorizzò l’installazione di analoghi pannelli fotovoltaici per l’illuminazione votiva di nuove cappelle del cimitero comunale.
La ditta concessionaria del servizio, ritenendosi lesa da tale comportamento, rivolgendosi all’Avv. Paolo Gaballo, presentava ricorso al TAR Puglia – Sezione di Lecce, chiedendo l’annullamento dell’ordinanza con cui il Sindaco aveva concesso al Cordella di installare il pannello fotovoltaico per l’illuminazione votiva della propria cappella.

Nel ricorso, in particolare, il legale contestava la circostanza che il provvedimento impugnato contrastava sia con il diritto di esclusiva del servizio di illuminazione votiva di cui è titolare la ditta Borgia per effetto della convenzione sottoscritta con il Comune nell’anno 1990, sia con il Regolamento edilizio del Cimitero, nonché l’irrilevanza, ai fini dell’installazione del pannello fotovoltaico, del certificato di agibilità rilasciato dal Settore Urbanistica.
Con apposita sentenza, la III Sezione del Tribunale amministrativo leccese (presidente A. Cavallari), condividendo le tesi sostenute in giudizio dall’Avv. Gaballo, ha accolto il ricorso presentato dalla ditta concessionaria del servizio.

In particolare, il TAR ha giudicato illegittimo il provvedimento con cui il Comune aveva consentito l’installazione del pannello fotovoltaico, ritenendolo in contrasto con il regime di esclusiva della ditta Borgia, con il Regolamento edilizio del cimitero e con il permesso di costruire rilasciato dal Settore Urbanistica per la realizzazione della cappella: “deve escludersi che la P.A. abbia traslato al sig. Cordella la facoltà di provvedere autonomamente alla illuminazione votiva della cappella, non risultando tale potere espressamente previsto nell’atto di concessione del suolo pubblico e risultando, comunque, tale facoltà in contrasto con la convezione stipulata con la concessionaria del servizio di illuminazione votiva. A quanto rilevato deve aggiungersi che il pannello in questione non risulta conforme alle norme di attuazione del regolamento edilizio del cimitero comunale ed al permesso di costruire n. 743/2005”, come si legge nella sentenza del TAR Lecce.

Il Tribunale amministrativo, inoltre, ha accolto anche la tesi secondo cui il pannello fotovoltaico non poteva essere installato per effetto del certificato di agibilità rilasciato dal Dirigente del Settore Urbanistica, “dato che quest’ultimo, si limita ad attestare la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità e risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, senza alcun riferimento all’aspetto edilizio ed urbanistico”.
Soddisfazione è stata espressa per l’esito del giudizio dalla ditta Borgia concessionaria del servizio.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi