Maggioranza ancora in fase di implosione!

“In un consiglio comunale prevedibilmente piatto,

 dove la delibera più rilevante ha riguardato il gemellaggio col Comune di Ziztas, a vivacizzare l’atmosfera c’han pensato, ancora una volta i consiglieri di maggioranza  –Dichiara Salvatore Donadei – che anche stavolta hanno trovato il modo di beccarsi, a testimonianza di una assoluta mancanza di coesione che sta per portare  questa nuova maggioranza ad implodere in se stessa”.
“Intanto, se anche quest’anno Nardò per le sue splendide marine potrà fregiarsi delle 5 vele, rimane intatta la problematica dei parcheggi –  prosegue Donadei – che nella stagione estiva causano gravi disagi al traffico,  e alla circolazione dei turisti.
 Lo stesso consigliere di maggioranza Leuzzi ha esortato il vice sindaco e candidato sindaco “in pectore” De Vitis a risolvere l’annosa problematica (SIC!).”
Per quel che riguarda l’animata discussione sul punto all’o.d.g. relativo all’istituzione di una  commissione speciale sui debiti fuori bilancio, il punto è stato fortemente integrato dalla proposta del consigliere di maggioranza Malcangi, il quale ha evidenziato la necessità di stabilire con certezza i beni immobiliari e mobiliari derivanti da lottizzazioni, lasciti e donazioni e individuare il contenzioso. “Abbiamo accolto con favore la proposta di Malcangi – afferma Oronzo Capoti – e riteniamo che sia molto importante tale emendamento, perché anche come opposizione avevamo fortemente richiesto una fase di serio controllo.”
“Curioso il nervosismo del gruppo PD – ha dichiarato il consigliere Donadei – nella persona del consigliere Leuzzi, relativamente alla discussione sull’istituzione e nomina della commissione speciale per l’accertamento di eventuali responsabilità  per esposizioni debitorie dell’ente”.
Donadei, Capoti e Muci si soffermano, poi, sui consiglieri Dell’Anna e Vaglio: “UDC e Nardò Insieme hanno ribadito che in mancanza di un cambio di marcia del sindaco non avranno problemi a regolarsi di conseguenza, abbandonando la ‘nave’di Vaglio, sempre più ‘barcarola’ in balia di flutti tempestosi. A Dell’Anna, principale artefice di questa sciagurata “fase 2” del terzetto Vaglio – De Vitis – Fracella, rivolgiamo l’invito a smetterla con discorsi sterili e a porre in essere “opere di bene”, “sanando” il suo peccato originale, quello di aver soccorso l’ ex (?) nemico giurato Antonio Vaglio quando questi e la sua maggioranza erano sull’orlo del baratro.”

I commenti sono chiusi.