Lunedì 31 maggio è la giornata dedicata alla difesa della scuola pubblica

 

I nuovi tagli alla scuola pubblica confermati 

 dal Governo per il prossimo anno incideranno pesantemente sia sulla qualità del sapere in Italia, che sull’aspetto economico-occupazionale degli “addetti ai lavori” nell’ambito della cultura.

Non solo vengono tagliate le risorse, ma si riducono anche le ore di insegnamento proprio delle materie tecniche e professionali, quelle che dovrebbero “professionalizzare” i giovani.
Si parlava di autonomia e si riducono le risorse.
Si parlava di valorizzazione delle attività di laboratorio, ma si tagliano gli assistenti tecnici.
Si parlava di famiglia, ma si vanno ad incrementare il precariato e la disoccupazione.

Il Partito Democratico ha chiaramente detto no a tutto questo, mettendo in campo proposte utili affinché il futuro educativo dei bambini e dei ragazzi non sia sempre più inefficiente ed il lavoro degli insegnanti e degli operatori scolastici sempre più difficile.

Lunedì 31 maggio è la giornata dedicata alla difesa della scuola pubblica.
Il  PD di Nardò ha organizzato un incontro-dibattito in difesa dell’istruzione e della ricerca, presso il Chiostro dei Carmelitani alle ore 18,30.

Interverranno:

ON. TERESA BELLANOVA  Deputata PD
MICHELE CAMPITI  Docente Universitario
FRANCO SECLI’  Docente Scuola Superiore
DIEGO MARCHESE Giovani Democratici Nardò

 

Per il PD di Nardò
Vanessa Giannuzzi
Segretaria Cittadina

 

{jcomments on}
 

I commenti sono chiusi.