Ri…5 Vele alla città di Nardò

Anche quest’anno  

 – per la quarta volta consecutiva –  la Città di Nardò riceve il prestigioso riconoscimento, conferito ai Comuni italiani più virtuosi in materia di salvaguardia del mare e dell’ambiente e si colloca a pieno titolo tra le mete più consigliate per le vacanze.

Tra le motivazioni che hanno portato anche quest’anno all’ambito riconoscimento figura ovviamente il Parco Naturale Regionale di Porto Selvaggio – Palude del Capitano, uno dei gioielli naturalistici, paesaggistici ed archeologici del Salento, che rappresenta una delle più importanti opere di tutela e fruizione tra i parchi della provincia.

E poi ancora le tante eccellenze del territorio nel settore ambientale e turistico, anche grazie alla incessante e lodevole attività dei soggetti locali che operano nel settore agroalimentare, dalla produzione delle materie prime alla promozione dei prodotti finiti, che si caratterizzano per la qualità e la sostenibilità delle loro produzioni.

La Guida Blu è frutto del lavoro di indagine svolto dalla Goletta Verde di Legambiente durante i suoi anni di navigazione, ma anche del patrimonio di conoscenza delle centinaia di gruppi locali di Legambiente. Le valutazioni non riguardano solo la qualità delle acque destinate alla balneazione, ma tengono conto di molte altre variabili, a cominciare dalla qualità delle strutture ricettive, dalla presenza di un centro storico ben conservato, da un’offerta enogastronomica di pregio, dalla vicinanza a luoghi di interesse storico/artistico o naturalistico, e così via.

Le valutazioni di Legambiente sono state inoltre integrate con i dati ufficiali raccolti attraverso la banca dati dei Comuni italiani (Ancitel) e sintetizzate in un giudizio espresso con le Vele (da un minimo di una vela a un massimo di 5 vele).

L’elaborazione dei dati è assicurata dal prestigioso Istituto di Ricerca Ambiente Italia.

 

{jcomments on}

I commenti sono chiusi.