Da più di un anno dal primo intervento, il PD ritorna sul tema del corretto utilizzo del patrimonio immobiliare pubblico.

Finalmente, dopo anni di stallo, la Giunta sta per approvare un atto  di indirizzo, affinchè si proceda ad una ricognizione dello stesso e, di seguito, ad una valorizzazione, rilevata, da un lato, l’esosità dei canoni di locazione che il Comune paga ai privati e, dall’altro, l’esistenza di molti immobili di proprietà comunale chiusi o dati in comodato gratuito ad associazioni o locati a prezzi irrisori.

Il PD ritiene auspicabile che alcuni degli immobili di patrimonio pubblico diventino contenitori culturali a disposizione dei cittadini.

Si condivide, pertanto, la ristrutturazione dell’antico Palazzo di Città – ex pretura per adibirlo agli uffici di rappresentanza, e si suggerisce anche di offrire ai cittadini un locale al piano terra, dotato di strumentazioni moderne, e dedicato alla realizzazione di mostre semi permanenti di carattere artistico, culturale, artigianale o di collezionismo, senza trascurare la possibilità di offrire momenti culturali e di conoscenza dedicati al mondo dei più piccoli.

Inoltre, l’azione di rilancio del Centro Storico e il decoro del borgo antico passano anche dall’attuazione dalla salvaguardia dello splendido patrimonio artistico, storico ed architettonico di una città.

In questo senso sicuramente l’Amministrazione e la città tutta non possono non tenere in grande considerazione il restauro della Chiesa di S. Antonio da Padova a cura dell’arch. Giancarlo De Pascalis e dello staff , che hanno lavorato al raggiungimento dello splendido risultato, che sarà uno dei fiori all’occhiello del centro storico di Nardò.

 Questo, il completo restauro del Chiostro di S.Antonio e quello dei Carmelitani (con i fondi dell’Area Vasta), ed  ulteriori interventi di arredo urbano che si rendo necessari, consentiranno di riqualificare la parte più importante del borgo antico.  

 Lo spostamento del mercato settimanale a S. Maria, libererà lo spazio ampio antistante le Quattro Colonne, che dovrebbe essere adeguatamente valorizzato come un vero e proprio spazio per gli eventi estivi, attraverso un’appropriata programmazione artistica e culturale.

Lavorare per un turismo di qualità significa anche e soprattutto potenziare l’offerta di servizi qualificati  a disposizione del turista, del visitatore ed anche del semplice cittadino, che sono i maggiori ispiratori per la messa in atto di azioni che diano alla città di Nardò quello slancio che merita, indipendentemente dalla manifestazione in sé e dall’ospite che la anima.

 

Vanessa Giannuzzi
Segretaria Cittadina PD

 

{jcomments on}

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi