Simonetta Matone, capo di gabinetto dal ministro delle Pari opportunità Mara Carfagna, la relatrice della legge contro lo stalking, ha ritirato questa mattina a Lecce il premio “Renata Fonte”,XI edizione,organizzato dall’associazione Donne Insieme Centro antiviolenza.

  Il premio era proprio per il ministro Carfagna e la manifestazione, tenuta nella sala delle conferenze del Castello Carlo V, ha visto la partecipazione di autorità, tra cui il questore di Lecce Antonio Cufalo, ma anche di numerose scolaresche giunte in città da tutta la provincia. Obiettivo dell’incontro era infatti quello di lanciare un messaggio chiaro rivolto alle nuove generazioni su come agire concretamente a favore della legalità.

“Questo premio che ritiro per il ministro Carfagna – ha detto Simonetta Matone – è per essere riusciti a emanare, a costo zero dal punto di vista economico, una legge di civiltà che serve a prevenire e a reprimere tutti quegli atti persecutori dove vittime sono purtroppo per la stragrande maggioranza le donne, ma talvolta anche gli uomini. La legge ha dato dei risultati eccezionali e la risposta delle istituzioni è stata molto forte, perché evidentemente esisteva un problema che non riusciva a emergere e quindi essere affrontato”.

Maria Teresa Toto, presidente associazione Donne Insieme Centro antiviolenza Renata Fonte ha parlato invece degli obiettivi che si prefigge il gruppo di lavoro che dirige: “Abbiamo puntato fin da primo momento alla legalità e ai giovani, alle nuove generazioni – ha detto – cercando di promuovere sempre più la cultura della legalità. Siamo convinti e consapevoli che si può fare un’azione di prevenzione, quindi di educazione e sensibilizzazione quanto più giovani sono gli ambiti di intervento”.

E ha aggiunto: “Questa giornata è ormai un appuntamento consolidato e intende essere un momento di sensibilizzazione pubblica sui temi della legalità e della non violenza, ma c’è ancora tanto da fare. Per quanto riguarda il contrasto alla violenza di genere, il motivo per cui oggi stiamo assegnando un premio al ministro della Pari opportunità Mara Carfagna, è proprio per il suo impegno riguardo alla legge sullo stalking, perché le donne, e tutti, non devono subire, perché la violazione della dignità delle donne è una violazione dei diritti umani”.

Anche per il questore di Lecce Antonio Cufalo di è trattato di una “giornata molto importante, soprattutto per i destinatari del messaggio di legalità. Parlare di legalità – ha spiegato – non è mai troppo e non è mai sufficiente, poiché si creino le condizioni affinché certi principi siano alla fine metabolizzati dalle nuove generazioni. Non assocerei questa giornata ad un periodo di particolare preoccupazione – ha tenuto comunque a precisare – anche perché le statistiche ci dicono che la provincia di Lecce non è attraversata da particolari fenomenologie criminali, perlomeno momenti criminali che destino particolare allarme. Incontri come questi – ha concluso – sono importanti perché sono i passi che portano dalla legalità parlata ai comportamenti virtuosi”.

 

Fonte: lecceprima

 

{jcomments on}

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi