Un pomeriggio alla disperata ricerca di “appeal” (foto)

Riceviamo in redazione “il giro turistico fotografico” del gruppo Noi per Nardò. Annotiamo con un certo interesse la relazione e le fotografie che ritraggono un paesaggio neritino nell’abbandono e all’incuria. L’occhio (ormai) di tutti noi si è allenato a tale scempio?.  Invitiamo i lettori a commentare, questo articolo, per testimoniare il disagio che il decoro urbano stà arrecando, alla città e ai suoi cittadini per essere una voce propositiva in questo mare di indifferenza (n.d.r) .

Sabato pomeriggio,(5giugno 2010,n.d.r) probabilmente in contemporanea con l’invio alla stampa da parte del sindaco Vaglio e del vicesindaco De Vitis della nota riguardante l’approvazione del piano commerciale, con tutte le visionarie considerazioni che ne sono conseguite, alcuni rappresentanti del movimento politico “Noi per Nardò” hanno percorso l’intero litorale neretino, dalle Quattro Colonne a Sant’Isidoro, passando attraverso i mercati di Santa Maria al Bagno (Comparto 53) e quello di Sant’Isidoro, alla ricerca delle tanto sbandierate “svolte epocali”, di un minimo di “immagine”, “decoro”, “sanità” e soprattutto di “appeal”, come dice il vicesindaco.

Preannunciamo di non avere trovato lungo la nostra strada nulla di tutto ciò: le parole vuote ed insignificanti le lasciamo, come sempre, a chi vive di quelle.
Per noi, per tutti i cittadini di Nardò, per i turisti e per i commercianti che da ieri sera hanno perso il loro posto di lavoro e nelle cui case come una beffa stanno arrivando le bollette più salate della storia della nostra città, parlano queste foto.

Buona visione, si fa per dire!

 

 Via De Benedettini Santa Maria al Bagno

 

 Camperisti sotto la Torre di S.Isidoro

Comparto 53 -Igiene e Sanità

Cucchiara

Foresta e particolari igienico sanitari del Comparto 53

Il Frascone (di nome e di fatto)

La Cucchiara (ma anche il frigorifero,ilbidet,ilWc,ecc.)

 

Palude del Capitano

Area Marina (poco) protetta 

 

Sant’Isidoro

I commenti sono chiusi.