Salento: lu sule, lu mare, lu ientu… e i rifiuti. La nuova cartolina del Tacco d’Italia, in realtà non molto gratificante, arriva dagli sforzi di due coniugi inglesi da oltre dieci anni residenti a Salve. 

 I due ambientalisti, Maggie Amstrong e Nicolas Gray, hanno realizzato «Unveiling Apulia!» (Scopriamo la Puglia!), una guida bilingue alle discariche disseminate nel Salento, che è consultabile anche on line. E su Facebook è nato un gruppo di discussione sulla pubblicazione che permette a tutti di aggiungere dell’ulteriore materiale fotografico agli scempi già rinvenuti.

LE PAROLE DEGLI AUTORI – «Con questa nuova guida— si legge nella prefazione del volume prodotto dalla cooperativa artistico-culturale VarieMani — desideriamo rendere pubblici alcuni tesori, sconosciuti ai più, che caratterizzano una piccola parte del basso Salento, nell’ultimo lembo della penisola pugliese. Propagandata come un vero paradiso, la campagna intorno a Salve, Presicce, Acquarica del Capo e Ugento ha l’ardire di vantarsi del suo lato nascosto, un lato che pochi turisti hanno avuto il piacere di conoscere. Qui, tra le suggestive rovine delle antiche masserie Tunne e Colomba, la popolazione indigena ha sudato le proverbiali sette camicie per fare del paseaggio ciò che è oggi: un museo vivente dove fanno bella mostra gli scarti della società usa e getta». Tra i siti segnalati dalla guida ci sono il «Parco a tema contrada Burgesi» di Ugento, tra impianti fantasma mai ultimati, carcasse di cavallo bruciato, rifiuti sulle spiagge e le immancabili pale eoliche.

LA PROVOCAZIONE – Il volume, che ha palesemente toni provocatori e sarcastici, ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e i cittadini sull’inquinamento nelle campagne e lungo la costa salentina. In un momento in cui il turismo sta diventando una opportunità soprattutto economica per il territorio, discariche, veleni e immondizia deturpano e distruggono il paesaggio. O, forse — dicono gli autori — potrebbero dare nuova linfa al turismo, diventando delle mete da visitare e promuovre ai visitatori. Tra i ringraziamenti di rito, anche questi in chiave ironica, vengono menzionati gli «autori» delle discariche, amministrazioni comunali e sindaci di alcuni comuni della zona. Ma l’ultima provocazione deve ancora arrivare. A breve il volume verrà distribuito anche ai turisti.

 

Fonte: CdS

{jcomments on}

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi