Siamo alla III edizione dell’ EIFF (Ecologico International Film Festival) che si svolgerà dal 16 al 19 settembre del 2010 qui a Nardò, che promuove, attraverso il cinema, lo sviluppo di una coscienza ambientale. Il Cinema Indipendente, infatti, coraggiosamente testimonia da anni attraverso film e documentari, il conflittuale rapporto uomo/natura.

Il nostro obiettivo è di sensibilizzare tutti gli attori sociali a considerare il nostro pianeta come un sistema vivente.
Gli ultimi dati parlano chiaro e avvertono di una realtà, costruita con pazienza, passione e determinazione:
 
Film iscritti alla III edizione 224 di cui:
169 sono i film autoriali,
55 i film delle scuole,
20 sono i film internazionali iscritti e provengono da 15 paesi del mondo
.

Il Festival, quest’anno avrà una cornice più ampia grazie alla creatività del team di collaboratori che per tre edizioni hanno continuato a credere in questa complessa macchina ‘culturale’ allargandone, non senza difficoltà, visioni e potenzialità strutturali per il territorio salentino. Per esempio una delle chicche di quest’anno, nell’ambito dell’EIFF, è la mostra d’arte contemporanea ‘itinerante’ che già dal titolo, pone importanti riflessioni e programmi, “S_CULTURE SOSTENIBILI”, realizzata sul concept del creativo curatore Paolo Marzano.

La mostra, ha lo scopo di evidenziare il potenziale visibile e percepibile di un’arte derivante da materiali e oggetti che scelgono altri ‘cicli’ di vita per proporsi alla realtà del nostro quotidiano, secondo lingue, codici ed espressioni diverse. Notevole, dunque l’apporto divulgativo di un’arte ‘altra’, pronta ad esprimere scenari alternativi e, perché no, innovativi.

L’ossimoro concettuale realizzato dalla mostra d’arte, inserita tra antiche ed eterne dimore e la sconnessione o sovrapposizione di funzioni ‘illogiche’, degli oggetti o dei materiali, fa parte della lunga ricerca dell’autore e curatore Paolo Marzano. Il significante ‘concept’ è stato punto di contatto e d’interesse da parte di altre componenti di ricerca e studio nazionali ed internazionali come la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano (NABA) e il Laboratorio Nazionale di Nanotecnologie (LNN) che, con il curatore, stanno già collaborando concretamente alla riuscita di “S_CULTURE SOSTENIBILI”. Le premesse, dunque, sono entusiasmanti e promettono novità per la mostra. Le location, per l’occasione, sono scelte tra edifici signorili antichi, castelli, dimore storiche del Salento.

 Come avvertiva in un intervento televisivo già dal settembre 2008 e, in altre ricerche poi,  pubblicate, il critico d’architettura e curatore, Paolo Marzano: “Sono interessato alla creazione di luoghi che vengano interpretati finalmente come finestre affacciate sul quotidiano ‘possibile’ e che individuino il nostro spazio, rivelandone l’essenza, di naturale interfaccia. A noi, basta scegliere la responsabile opzione per passare a nuovi livelli di realtà, tutte in trasformazione”.

 Dunque, “S_CULTURE SOSTENIBILI”, procede, arricchendosi, tappa dopo tappa, raccogliendo successo ed oggetti ‘altri’, di vari artisti, fino alla conclusione che si terrà in concomitanza dell’EIFF – Ecologico International Film Festival – del 2010 a Nardò nella sua III edizione.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi