La sensazione nasce quando siamo catturati ed incuriositi nell’osservare attentamente quel flusso di gente che… produce uno spostamento di massa di persone con una motivazione comune , per esempio l’attesa dei pedoni  al semaforo , nelle grandi città .

Momento meravigliosamente ricco di fascino mimico – espressivo -facciale – gestuale e motorio !!!
Quasi insensibilmente , in uno spazio di condivisione ristretto ,attendendo di poter attraversare quel tratto … , impenetrabili a qualsiasi tipo di emozionale esistenza , nella sua velocità di passaggio e di spostamento di gruppo .
Come burattini sembriamo pilotati da qualcuno , anzi più di qualcuno che dall’ alto dirige il nostro destino, divertendosi , attraverso dei fili……,  che ci conducono da una parte all’altra della città , con movimenti diretti e veloci .
Giungiamo ora alla spiegazione “del filo conduttore “, dove , quasi per magia , riesco ad intravedere perfettamente ciò che spesso può piacevolmente accadere senza una spiegazione plausibile, quasi per incanto, lasciandoci increduli a quella sensazione ….
Qualcuno decide di far incrociare due sguardi…. ( già sorridete eh ??? ) facendo scattare quella giusta sintonia di colore che accomuna l’evento , non capendo né il come né il perché , ma felici che sia accaduta proprio a noi quella bella sensazione.
Il famoso “flusso” di energia che attraversa un corpo per mezzo di una scintilla … pilotata da colui o colei che governano dall’alto il fatidico incontro di due paia di magici sguardi , con tutta la sua energica concentrazione emozionale .
Ciò può accadere anche in altri contesti dove la frase possiede lo stesso significato anche se lo sguardo ci colpisce attraverso una semplice foto , un video, in ascensore , in un parcheggio , in un ristorante , in un disco pub…. in discoteca tra un cocktail e l’altro………….
A volte dura un secondo, ma rimane impresso per molto più tempo.
Così improvvisamente accade tra due persone che, tra tante, riescono a riconoscersi e a leggersi proprio attraverso lo sguardo in modo profondo, magico, quasi impossibile…
Attraverso quel “flusso” e quel “filo conduttore”, si riesce inspiegabilmente ad attraversare la mente di colui che in quel momento, tra i prescelti, interagisce con noi senza parole, gestendo magicamente i suoi pensieri annessi ai nostri.
“L’ arte dello sguardo che colpisce”, si riconosce, si interpreta, si accoglie come rara ed inspiegabile “emozione dell’ essere”.
Fate attenzione a non rimanere esageratamente fulminati se doveste incorrere in quel attimo fuggente , potreste apparire improvvisamente inebetiti o allucinati senza un motivo e questa volta agli occhi degli altri……

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi