Il Sindaco si rilassa in “vacanza”; a noi invece piovono addosso gli alberi

 In data 02/07/2010 è stata depositata al protocollo una diffida da parte di un nostro concittadino con la quale dopo aver lamentato che da anni si richiede l’intervento degli uffici competenti per il ripristino della sicurezza sulla strada vicinale Rodegaleto,

 contornata da pini ad alto fusto che la sovrastano e che la hanno resa impercorribile per via delle radici ormai altissime , si è comunicato che la caduta di un cima secca, solo per poco, non ha centrato un suo congiunto ivi residente.

Si è quindi diffidato il comune a provvedere.Al di là degli aspetti legali che ci coinvolgono e che là dove malaguratamente si dovessero creare dei danni, non potrebbe il comune non rispondere patrimonialmente, mi chiedo con quale spirito chi ci amministra si concede un riposo tutt’affatto che meritato. Per chi governa la cosa pubblica il “meritato riposo” può sovvenire solo e solamente allorché si è certi di aver assolto ad ogni obbligo che l’amministrazione pone ed aver assicurato ai propri amministrati ed alla città le cure che dagli amministratori si attendono.

I fatti ci dimostrano invece che le sorti dei nostri concittadini non solo non preoccupano gli amministratori ma non inducono neppure i responsabili degli uffici, sollecitati per decenni, ad interessarsi di tematiche essenziali per il normale divenire della nostra comunità.E cosi, fino a ieri stavamo male ora non se ne può più. Ed allora sig. Sindaco resti in Croazia e lasci ad altri il compito di occuparsi della cosa pubblica neretina. Allora torneremo a dirle grazie!!!

 Puglia Prima di tutto il Capo gruppo-Antonio Sabato

 

 

{jcomments on}

I commenti sono chiusi.