Suggerimenti per “saper” governare

La voglia di comunicare i risultati raggiunti dalla sua Amministrazione in quest’ultimo periodo del Vice Sindaco De Vitis ha dell’incredibile. Tuttavia egli dovrebbe ricordare che il coraggio e la fatica di amministrare si comprenderebbero meglio se le attività e gli obiettivi fossero pubblici, condivisi e trasparenti.

 Qualche idea che potrebbe contribuire allo scopo: 1- rendere pubblici i vostri obiettivi,  pubblicando, ad esempio, il bilancio di previsione. Non è un mostro ma un insieme di parole e numeri, scritti in bella ed ordinata forma, è facilmente comprensibile da chicchessia, e contribuirebbe a rendere pubblica condivisa e trasparente l’azione amministrativa.

Crediamo che questa forma di pubblicità si renda necesaria dal disorientamento che l’Amministrazione continua a comunicare. Ricordiamo ad’esempio, ma non esaustivo, che non c’è univocità tra le affermazioni del Sindaco (abbiamo tanti soldi e non possiamo spenderli), quelle del suo Vice (abbiamo fatto un mutuo per asfaltare le strade) e quanto riporta il bilancio (stipuliamo un contratto di leasing per asfaltare le strade). 2 – il lavoro: nel cassetto avete un motore incredibile di sviluppo e di creazione di tanti e tanti posti di lavoro, ma chissà perchè viene tenuto lì.

Giusto per fare qualche esempio: il piano spiagge, il piano del colore, la gestione del parco. A che punto siamo? Quale ufficio, adempimento, burocrate blocca tutto ciò? Visto come stanno le cose (crisi e disoccupazione..) un serio esame di coscienza bisognerebbe farlo sulle priorità da dare all’azione amministrativa. In questo caso è proprio l’attività del comune che è il volano. Senza tutti gli atti di vostra competenza tutto è fermo, dorme e langue. Sarebbe bello conoscere lo stato dell’arte perchè così i vostri obiettivi sarebbero pubblici, condivisi e trasparenti. Pubblicità, condivisione e trasparenza. È così che si governa.

 

La Puglia prima di tutto

 

{jcomments on}

I commenti sono chiusi.