Europei di nuoto, tripletta azzurra nella 5 km di fondo: oro a Luca Ferretti

Tripletta italiana agli Europei di nuoto in corso a Budapest. Luca Ferretti ha vinto la medaglia d’oro nella 5 km a cronometro di fondo, disputata nel lago Balaton, con il tempo di 58’43”4 , precedendo gli altri due italiani, Simone Ercoli, argento con 59’00”5, e Simone Ruffini, bronzo con 59’11”1′. 

 Dopo l’argento di Valerio Cleri nella 10km di ieri il bottino dell’Italia sale a 4 medaglie.

“E’ una sensazione fantastica. Mi viene da piangere. Quest’oro cancella tante paure che affollavano la mia mente”, ha detto il neocampione europeo. “Sono riuscito a trasformare in un successo tutte le risorse mentali, fisiche e tecniche che impiego in allenamento”, aggiunge Ferretti spiegando il suo successo.

La 5km a cronometro d’altronde è la gara che predilige: “Niente botte, solo nuoto, chi ne ha di più vince e finalmente sono riuscito a dettare il ritmo giusto”. Come ogni vittoria che si rispetti c’è anche il momento delle dediche: “Questa medaglia d’oro è per la squadra, la Marina Militare, il Nuoto Livorno e per il mio tecnico, Stefano Franceschi, che mi segue da quando ero bambino”.

Tra i primi ad abbracciare Ferretti dopo la vittoria è stato il secondo classificato della gara, Simone Ercoli, anche lui entusiasta per la tripletta italiana e per il suo argento: “Questa medaglia ha un sapore particolare perchéé insperata dopo un anno difficile, senza risultati di rilievo -dice il vicecampione d’Europa-. Malgrado ciò ho sempre lavorato con impegno, sapevo di stare bene e di poter competere per il podio. Sono molto contento”.

Simone Ruffini ha completato il podio con la medaglia di bronzo: “E’ la terza cronometro internazionale della mia carriera, la più importante, ed è arrivata la medaglia -sostiene il giovane azzurro-. E dire che ho nuotato in condizioni che non prediligo, con lago torbido e onde. Vuol dire che posso ancora migliorare”. Il più contento di tutti però è il ct della nazionale azzurra di nuoto di fondo, Massimo Giuliani: “Questi ragazzi non finiscono di stupirmi, sono una grande soddisfazione. I risultati di questa mattina -conclude- rendono merito al progetto federale partito nel 2006”.

 

Fonte: Agn

 

{jcomments on}

 

I commenti sono chiusi.