SAN DANA (GAGLIANO DEL CAPO). Un carabiniere resta ferito in un incidente stradale sulla statale 275.

  L’impatto tra due vetture è avvenuto all’incrocio tra la Maglie-Leuca e la strada intercomunale che collega San Dana a Giuliano di Lecce (frazione di Castrignano del Capo).  A riportare le ferite più gravi è stato Giovanni Petese), carabiniere di 50 anni diS. Maria di Leuca, in servizio nella sezione di polizia giudiziaria presso il tribunale di Lecce. L’uomo, mentre viaggiava a bordo della sua Audi A4 di colore grigio da Montesardo (frazione di Alessano) verso Gagliano, si è scontrato con una lancia Y grigia condotta da Giuseppe Coluccia, 31 anni di Tricase, proveniente da Giuliano e diretto a San Dana.   Entrambi gli automobilisti sono stati trasportati con un’ambulanza del 118 nell’ospedale «Cardinale Giovanni Panico» di Tricase, dove hanno ricevuto le cure dei medici. Solo qualche contusione per il più giovane, mentre fratture varie hanno convinto i sanitari ad assegnare al militare una prognosi di 30 giorni.  Sul posto dell’incidente sono intervenuti per gli opportuni rilievi i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase, diretta dal capitano Andrea Bettini, insieme ai loro colleghi della stazione di Gagliano diretta dal maresciallo Mauro Russo. Al lavoro anche i tecnici dell’Anas per rimuovere le chiazze d’olio che impedivano il   transito degli altri veicoli.  

 QUALE E’ LA “STRADA PARCO”?

 Il Governatore Vendola, nel corso dell’ultimo incontro con gli ambientalisti contrari alla messa in sicurezza della S.S. 275, ha ribadito che la Giunta Regionale è favorevole al raddoppio a “4 corsie” fino a Gagliano del Capo (5 chilometri da Leuca), così come stabilito dalla delibera regionale n°965 del 2007.

 Al contrario, gli ambientalisti che si sono recati a Bari hanno rimarcato la loro netta ostilità al raddoppio degli ultimi 21 chilometri, ritenendo sufficiente l’allargamento fino a Montesano, al fine di salvaguardare, a loro dire, i siti archeologici della Cripta di Sant’Eufemia di Tricase e di Macurano (che in realtà sono ben distanti dal nuovo tracciato).

 I due interlocutori hanno parlano di due strade molto diverse. Entrambi, però, ai microfoni e alla stampa, rievocano ripetutamente, come un disco rotto, il  concetto astratto di strada-parco!

 Ma cos’è in definitiva questa strada-parco?

 E’ la “strada” di Vendola,  che secondo le tesi strampalate dei soliti catastrofisti dovrebbe devastare i siti rupestri del Capo di Leuca?

Oppure è quella evocata da questi stessi ambientalisti che, in buona sostanza, vorrebbero mantenere invariata l’attuale viabilità da Montesano a Leuca, lasciando irrisolti tutti i problemi connessi alla sicurezza stradale ed alla qualità della vita dei centri urbani?

 E’ questa la vera diatriba che si sta consumando sotto traccia e della quale nessuno parla…Una diatriba sottaciuta e tutta interna al fronte del “NO” (politicamente monocolore).

 Dall’altra parte ci sono I “presunti cementificatori”. Cioè la stragrande maggioranza dei cittadini informati, tutti i comuni, gli operatori economici e gli attori culturali del territorio, oltre al vastissimo mondo delle associazioni culturali, ricreative e sportive e diversi comitati (veramente) spontanei. Tutti  favorevoli da sempre all’allargamento e messa in sicurezza della statale Maglie-Leuca. Tutti consapevoli che il progetto finanziato dal CIPE non devasta le colline e non sventra le cripte, ma realizza una mediazione più che sostenibile tra le politiche di sviluppo e valorizzazione territoriale e le legittime istanze di tutela ambientale.

 Alla luce di tutto ciò, il comitato “pro 275”, ritiene opportuno e saggio che il Governatore Vendola rinunci al ricorso al Consiglio di Stato, al fine di risparmiare alla già bistrattata popolazione salentina un ulteriore ed inaccettabile ritardo nell’attuazione del progetto. Le associazioni aderenti al comitato ribadiscono, altresì, la piena disponibilità a valutare interventi di ulteriore mitigazione dell’impatto “estetico” dell’opera, relativamente agli ultimi 5 chilometri, ferma restando la convinzione che sia necessario realizzare l’allargamento della statale fino a Leuca, cioè all’innesto con la statale 274 per Gallipoli, bypassando anche il centro abitato di Gagliano del Capo.

{jcomments on}

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi