Il capo del vescovi italiani, cardinale Angelo Bagnasco, fa appello alla “dimensione etica della vita personale e sociale”.

 Nella sua omelia per la solennità di San Lorenzo, l’arcivescovo di Genova ha sottolineato come secondo la Chiesa “alla radice di tanti mali e di tante povertà” vi sia il “sottosviluppo morale” di cui parla Benedetto XVI nella ‘Caritas in veritate’. Per questo, ha aggiunto, essa “non cessa di servire il mondo, nella persona amata dei poveri e nella figura delle istituzioni che presiedono il bene comune, anche con il richiamo alla dimensione etica della vita personale e sociale”.

“La Chiesa – ha detto ancora il presidente della Cei – non é mai stata un’agenzia di pronto soccorso, ma la famiglia dei credenti in Cristo” e “promuove l’uomo nella sua integralità di anima e di corpo, di individuo e di società, crea civiltà e cultura”. Per questo, ha proseguito il porporato, ogni gesto di carità “é annuncio della fede perché il pane sia possibilmente accompagnato dalla speranza”. La Chiesa, ha concluso, “sa che è Dio il vero garante del bene e del pieno sviluppo dell’uomo, per questo non si stanca di annunciarlo pur in mezzo a difficoltà e prove vecchie e nuove”.

BENI CHIESA NON PER SE’ MA A SERVIZIO POVERI – I beni della Chiesa non sono fini a sé stessi ma sono al servizio della comunità cristiana e dei poveri e dei bisognosi: ad affermarlo, questa mattina, l’arcivescovo di Genova e presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco nell’omelia pronunciata durante la Messa celebrata in occasione della festa di San Lorenzo, patrono della Cattedrale di Genova, che nel terzo secolo non cedette agli ordini dell’imperatore Valeriano di confiscare i beni della Chiesa pena la morte ma consegnò tutto ai poveri presentandoli all’imperatore con la frase “ecco i tesori della Chiesa”. “La mentalità del mondo – ha affermato il porporato – non sempre riesce a comprendere che i beni della Chiesa non sono per sé ma per la vita della comunità e, soprattutto, per i poveri e i bisognosi”. “Anche nel contesto attuale – ha proseguito il cardinale -, per le note ragioni, la presenza e l’opera di sostegno delle comunità ecclesiali sono capillari ed evidenti, aperti a tutti senza distinzioni. Creano quella rete di solidarietà e di pronto intervento destinata a rispondere a bisogni urgenti e concreti, puntando sempre, per quanto possibile, ad accompagnare verso la soluzione radicale dei problemi e verso l’autonomia delle persone”.

CULTURA DI OGGI FATICA A GENERARE LA BELLEZZA – “La cultura contemporanea a volte fa difficoltà a generare bellezza” e la bellezza “solleva l’anima, purifica i sentimenti, provoca domande, riporta alla nostra origine ed anticipa il Cielo”: ad affermarlo l’arcivescovo di Genova e presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, nell’omelia che ha pronunciato durante la Messa celebrata questa mattina per la festa di San Lorenzo patrono della Cattedrale di Genova. Parlando dei beni e dei ‘tesori’ della Chiesa, il porporato ha affermato: “Non dobbiamo dimenticare che la grande parte del patrimonio della Chiesa è di tipo artistico, storico e culturale e come tale a disposizione di tutta l’umanità come universale tesoro di bellezza e di fede”. “Noi moderni – ha aggiunto – dovremmo entrare di più nel mondo del bello creato dalla fede, lasciarci maggiormente prendere dal fascino dell’arte cristiana, perché il nostro spirito sia purificato dalle brutture e dalle oscurità interiori, e così intravvedere la luce di Dio”.

{jcomments on}

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi