Lo scarso senso civico molte volte … delirante

Pensieri propositivi, legati alla nostra innata inclinazione all’altruismo e al rispetto delle leggi, non sempre sono recepite dai cittadini.

La notte di San Lorenzo, come poteva essere una giornata qualunque in un posto qualsiasi della nostra bella Italia, si contorna di quella cronaca ancora spicciola ma capace di trasmettere messaggi che mettono in evidenza il nostro scarso senso civico e la nostra latente apatia al rispetto delle regole.

Se da un lato l’impegno impagabile delle forze dell’ordine e dei volontari civili, ha permesso il controllo del territorio per prevenire comportamenti pericolosi, che sia la strada la festa sulla spiaggia o la semplice convivenza civile, dall’altro c’è il comportamento sconsiderato di gente che poco o niente ha da spartire con la parola educazione e soprattutto con la parola buon senso.

Quindi lascia basiti leggere per esempio che scellerati cittadini abbiano interdetto con le autovetture l’accesso al pronto soccorso nella località marina di S.Isidoro, che la notte dedicata alla festa del vino, Calici di stelle, è stata uno stillicidio di patenti ritirate di gente finita in ospedale per abuso di alcool e tassi alcool emici talmente alti da  far impallidire un alcolista di professione . E lascio immaginare cosa sia lasciare libero arbitrio al volante a gente in queste penose condizioni .

Perciò cosa succede nella mente collettiva? Forse succede che la certezza della pena non applicata ha fatto passare negli anni un messaggio molto forte …  “ Il delitto paga anzi ripaga …(!)” È un modus operandi o lo si voglia o no, di conseguenza tutto è permesso nel nostro innato e sconsiderato individualismo bacchettone, e intanto tutto ricade sulla spalle degli onesti…Rei di rispettare le regole !

I commenti sono chiusi.