Gabellone: ” Propositivo la riqualificazione del verde pubblico”

L’Associazione “Alla conquista della vita, per le Vittime della strada”, si esprime a favore di un importantissimo progetto di riqualificazione del territorio, soprattutto quello delle marine, fonte di uno sviluppo ecocompatibile e di importante attrazione per il turismo, che anche quest’anno ha visto numerosi turisti a Santa Maria al bagno.

Sicuramente è questa la strada da percorrere, se vogliamo che la nostra terra diventi un industria attrezzata del turismo, e bisogna dire grazie a questi uomini che con coraggio investono, anche parte del loro denaro, facendo si, che il nostro mare sia più accogliente per tutti.
La nostra Associazione per esempio, ogni anno organizza la”partita per la sicurezza stradale”, ma proprio perchè ricade nel periodo estivo la gente preferisce andare a fare una passeggiata al mare, e il nostro messaggio non può arrivare a tutti, mentre  se avessimo una struttura sportiva nelle marine e specialmente l’estate che è il periodo più tragico per gli incidenti stradali raggiungeremmo il nostro obbiettivo e conoscendo di persona i promotori certamente si presterebbero a contribuire alla nostra causa, mettendo a disposizione la struttura sportiva per quell’occasione.
Spostare lì la nostra iniziativa, che tende sempre di più a sensibilizzare l’opinione pubblica ad una guida più prudente e responsabile.
Non resta quindi che augurare un in bocca al lupo ai promotori di tale e pregevole iniziativa e speriamo che anche da parte delle Istituzioni ci sia la volontà di collaborare.
 Ragazzi continuate con caparbietà e volontà e il territorio ne trarrà un notevole vanto, noi la nostra promozione del territorio l’abbiamo fatta in piccolissima parte, alcuni giorni fa abbiamo ripulito definitivamente la nostra sorgente delle 4 Colonne( lavoro iniziato da altri amici il 20 luglio e completata da 5 volontari) riportandola alla luce  in tutta la sua interezza, la gente vedeva questo pezzo di ricordo storico soprattutto per chi come me da bambino accompagnato dai genitori si bagnavano la tradizionale “friseddra” con l’acqua  di questa fonte, oggi notavamo che la limpidezza della sorgente non faceva desistere la gente a bere, nonostante la nostra informazione che non era buona per bere, perché non ne notavano menzione alcuna attraverso manifesto appositamente installato dal Comune, i turisti tantissimi, che hanno affollato la fonte, nell’ascoltare il lavoro fatto da parte di tutti, si complimentavano con tutti gli attori quelli prima del 20 giugno e quelli del 10 agosto poi, che volontariamente l’hanno resa di nuovo funzionale e bella da vedere.
Nel nostro territorio le cose sono tantissime e bellissime ma se non le sappiamo conservare i nostri figli non ne godranno la loro meraviglia, per tanto come non essere contenti di vedere realizzare una struttura della bellezza unica con servizi e verde pubblico che solo il privato riesce a gestire bene
( guardare il verde pubblico di Nardò in che condizioni è ridotto).
In bocca al lupo ragazzi e all’inaugurazione invitateci che ci farà molto piacere condividere con tutti voi un momento bello della rinascita di un pezzo del nostro territorio.

Nardò 28-agosto 2010                               

 

I commenti sono chiusi.