Dagli ulivi secolarila marcia in più per il Salento

 LA NATURA IN ADOZIONE. Solo tre anni fa si vendevano impunemente on line, oggi dai loro frutti si produce un olio dal sapore unico e loro si lasciano ammirare, coccolare e persino adottare.

 È dedicato al progetto “semplice” che vede protagonisti gli ulivi secolari del Salento, l’editoriale del numero di settembre di quiSalento, la prima rivista di turismo e tempo libero della provincia di Lecce, con 120 pagine a colori e tutte le notizie di eventi, cultura, tradizioni e attualità (quiSalento si trova anche nelle edicole di Brindisi e provincia e nella provincia di Taranto). Dalla forza degli ulivi secolari, può venire la marcia in più per il Salento del turismo, come è emerso dal “Tesoretto del Salento”, nel corso del quale è stata presentata la singolare iniziativa.

 SETTEMBRE, È FESTA. Anche settembre è un pullulare di spettacoli teatrali, feste e concerti nel Salento, che continua ad essere palcoscenico ospitale. Si va anche a scoprire in originali viaggi-spettacolo i Luoghi d’allerta, mentre torna in primo piano la cultura che si fa spettacolo in Nato Bene, rassegna di arti che Campi dedica al suo illustre concittadino, e in concerto per la Pace, iniziativa che Ambrogio Sparagna tiene ogni anno sulla tomba di don Tonino Bello. Nella sezione Eventi ogni iniziativa è segnalata con la consueta meticolosità. Intanto con uno zoom sui film della Mostra del Cinema di Venezia (La Puglia che sfila in laguna) si apre la sezione Cinema con la consueta mini-guida ai film in uscita e le anticipazioni dell’Otranto Film Festival e della rassegna Lo sguardo di Omero.

MIERU, TRIPPA, FUCAZZE E CECORE. Sono ancora tante, dalla pagnotta alla “fucazza”, dal maiale alla cecora resta, le sagre organizzate a settembre per esaltare i sapori del Salento. Ad iniziare dalla tradizionale festa te lu mieru che apre il mese fino ai sapori forti della festa di frate Focu. A segnalarle tutte, con dovizia di particolari, tutti i programmi dettagliati e, soprattutto, con i deliziosi piatti proposti, è la rubrica Sagre di quiSalento.

 LA TERRA DA CANTARE. “Cunti” e fatica, la terra amara da cantare: Antonio Castrignanò con la sua nuova produzione è in prima pagina in Salento Live, la sezione di quiSalento che indaga nell’arcipelago sonoro della Puglia. Zoom anche su Almoraima, desiderio di energia gitana; Maurizio Petrelli Big Band, dal Salento a Los Angeles; I Scianari, sul palco a tutta pizzica; Antonio Amato, seguendo la fortuna; Gricanti Festival, un ponte tra solidarietà e musica.

 LECCE AL CALAR DELLA SERA. Fra i vicoli, Lecce svela i suoi segreti al calar della sera. Una serie di visite guidate in città sono in primo piano nella sezione Salento da Scoprire. Mentre si scoprono le piccole e grandi meraviglie della natura con Salento nel parco: dal trekking all’arrampicata, dai tour in bici alla canoa, dal diving allo snorkeling, ambiente, sport e benessere per una settimana si propongono nelle otto aree naturalistiche della provincia di Lecce grazie all’iniziativa promossa dall’Apt della provincia di Lecce, che trasforma il Salento in un’oasi di vitalità. Zoom anche su una serie di itinerari e di opportunità per scoprire il Salento autentico offerte da Città aperte, l’iniziativa dell’Apt per tour alla scoperta di luoghi noti e meno noti, e da Parchi sotto le stelle proposte di escursioni con notte in tenda.

 L’ARTIERI DELLA CARTA. La magia dell’“artieri della carta” tra tronfi crociati e arabi leggiardi è in primo piano nella sezione Botteghe. Emozioni e preghiere al vento nelle pagine dei Luoghi dove si va alla scoperta dei patriarchi verdi del Salento, nel cuore dell’Arneo.

 ALLE RADICI DEL FEMMINISMO. La rivoluzione delle donne alle radici del femminismo è in primo piano nella sezione Mostre che presenta il ricco carnet delle esposizioni più importanti di settembre. È Caravaggio con i suoi enigmatici doppi ad essere ancora in primo piano, ma c’è anche Picasso tra miti, donne e toreri, nel Castello di Otranto, con la mostra aperta fino a fine settembre. In Salento da leggere, le pagine che guardano all’editoria salentina, si viaggia fra sei vite difficili e una briciola di eternità si scopre con il nuovo romanzo di Luciano Pagano, mentre con Renzo Limone ci si avvicina all’enigma di Lorraine.

 DOLCE “CORNULA”. È il carrubo del Salento, la dolce “cornula” del Capo di Leuca, la gustosa tappa del viaggio gastronomico proposto da Massimo Vaglio per Salento da Gustare, la rubrica che, tra sapori e saperi, passa ai raggi X i prodotti tipici del Sud della Puglia e presenta anche le anticipazioni del programma di Benvenuta Vendemmia. Una sera a tavola? Si può con la rubrica che propone una selezione di ristoranti e trattorie.

 NEI LIDI DEL SALENTO. Anche a settembre quiSalento si arricchisce del servizio Salentomare, riservando uno spazio promozionale agli stabilimenti balneari, un modo intelligente per godersi al meglio il Salento. Grazie alle puntuali segnalazioni, è possibile orientarsi nella vasta scelta dell’ombrellone in riva al mare.

 SPOSARSI NEL BAROCCO. Sposarsi nel cuore del Barocco? Basta un form: il nuovo sito della Basilica di Santa Croce è in primo piano nelle pagine di SalentoWeb, la rubrica che invita a cliccare sui domini pugliesi più interessanti.

 TUTTO IL SALENTO CHE VUOI. Non la “solita” guida del Salento, ma un modo nuovo per immergersi fra i suoni, i sapori e i profumi di una terra che sa offrire mille emozioni: allegata a quiSalento, con l’opportunità di scoprire il Salento più autentico, c’è la guida “Salento istruzioni per l’uso”, in tutte le edicole della provincia di Lecce a soli 7,50 euro in più.

 “quiSalento” è diffuso in tutte le edicole di Lecce e provincia, di Brindisi e provincia e in provincia di Taranto al prezzo di 2,50 euro. Edito da “Guitar”, quiSalento è curato da Cinzia Dilauro, Roberto Guido, Marcello Tarricone e Dario Quarta con la collaborazione di qualificati giornalisti tra i quali Marco Errico, Antonio Farì, Alessandra Guareschi, Marina Greco, Viviana Leo, Valeria Raho e Valeria Nicoletti.

 

{jcomments on}

 

I commenti sono chiusi.