La situazione politico-amministrativa che si è venuta a creare all’indomani delle dimissioni del sindaco Antonio Vaglio ha del paradossale e, se possibile, va peggiorando di giorno in giorno.

 Stiamo assistendo a continui scambi di accuse fra i partiti mentre il sindaco, principale artefice dei problemi, va via da Nardò, probabilmente cosciente del fatto che la sua presenza potrebbe solo esasperare gli animi. Le diatribe tra Sdi, Pd, Io Sud e Nardò Insieme, con l’interessamento attivo di qualche vecchia gloria, sono il sintomo che la maggioranza raccogliticcia venuta fuori da varie crisi e crisette è giunta ormai al capolinea. Anche se qualcosa, va detto, può far riaprire il dialogo tra sordi: la paura.

 Si sta puntualmente verificando quello che i revisori dei conti prima e le forze politiche di opposizione poi, sono andati dicendo lo scorso anno quando, pur di non dover dare loro ragione, la maggioranza ha speso soldi pubblici per far sostenere a più consulenti quello che volevano farsi sentir dire: una pietosa bugia.

I problemi c’erano tutti ed oggi stanno emergendo. Chi sarà chiamato a pagare i disastri prodotti da questa amministrazione? E soprattutto i signori consiglieri di maggioranza sono veramente convinti che tutto possa finire a tarallucci e vino?

Ed ora il Sindaco ci viene anche a raccontare che con una maggioranza coesa basterebbero pochi giorni a sistemare tutto, forse dimenticando che non sono bastati sette lunghi anni per sistemare Nardò. Ora, con lo spauracchio della Corte dei Conti qualche abile mente politica sta cercando di richiamare la maggioranza al “senso del dovere”.

 Costoro, però, tacciono colpevolmente il fatto che anche eventualmente sanare le criticità evidenziate dal Consiglio di Stato non significherebbe evitare i problemi che, invece, continueranno ad emergere nella loro piena gravità quando ad esprimersi sarà chiamata la procura della Corte dei Conti a cui i revisori dei conti hanno inviato nei mesi scorsi la documentazione.

Solo uno scatto di orgoglio da parte di chi, all’interno della maggioranza, ha a cuore le sorti della Città e non la propria poltrona potrebbe consentire di decretare la fine di uno stillicidio che andando avanti sulla strada tracciata in questi anni non potrà che portare la città ad un coma sempre più profondo.

 Mino Frasca

 

{jcomments on}

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi