Nardò vs Angri 1-1

Davanti ad una cornice di pubblico degna dei grandi eventi, il Nardò non riesce ad andare oltre il pareggio per 1-1 contro l’Angri, giocando una partita che sicuramente non verrà ricordata per il bel gioco espresso da entrambe le squadre.

Ancora c’è molto da lavorare e il feeling con i compagni deve crescere, ma infondo non ci si poteva aspettare molto di più visto che ancora siamo alla prima di campionato e il faticoso lavoro della preparazione estiva ha inciso non poco sulla lucidità dei giusti tempi di gioco che oggi si sono visti solo a sprazzi.
Venendo alla partita, il Nardò si è schierato con Sorrentino fra i pali, De Giorgi, Djallo, Cornacchia e Centanni in difesa, in tre di centrocampo Ruggero – Irace – Odwong e il tridente Galdi – Montaldi – Uva.
Mentre gli ospiti dell’Angri sono scesi in campo con De Rosa, Dunnarumma, Palladino, Amita, Cacace, Conreale, Stellato, Tarascio, Incoronato, Florio e Majella.
La partita nei primi minuti ha dimostrato un Nardò veloce e pungente che già al 3’ è andato vicino al goal con Galdi.
Il forcing iniziale è culminato con il goal del vantaggio messo a segno da capitan Irace direttamente da calcio d’angolo e con un’Angri poco incisivo, i nostri ragazzi hanno sfiorato più volte il raddoppio con Montaldi al 17’ e soprattutto al 22’ con lo stesso Montaldi che impegna il portiere avversario con un sinistro velenoso terminato di poco a lato.
Da questo punto in poi l’Angri inizia ad uscire dalla propria metà campo, prima con una punizione respinta dal nostro portiere e poi al 38’, in seguito all’espulsione di Djallo per doppia ammonizione, sempre su palla inattiva che però, finisce sulla traversa.
Qui finisce il primo tempo con il Nardò in vantaggio ma costretto in 10 uomini.
La ripresa è molto meno intensa con i nostri ragazzi costretti in difesa da un’Angri sempre con il pallino del gioco e capaci di offendere solo con qualche contropiede.
Al 65’ l’Angri agguanta il pareggio grazie ad un pasticcio della nostra retroguardia che lascia libero Majella di stoppare la palla e battere a due passi un Sorrentino incerto.
Di seguito si genera una rissa con l’espulsione del mister dell’Angri, Criscuolo, e che mostra per l’ennesima volta una terna arbitrale incapace di controllare la gara.
La partita prosegue con lanci lunghi da entrambe le parti e con una palla goal al 92’ che il portiere avversario sventa solo grazie ad una vera prodezza. Da qui in avanti si aspetta solo il fischio finale con ormai le due squadre rassegnate al pareggio.
Insomma cari tifosi, non proprio il Nardò brillante che molti di noi speravano di vedere, ma comunque occorre avere solo un po’ di pazienza e il bel gioco arriverà presto… magari già domenica prossima!ops scusate mercoledi prossimo visto che ad Altamura domenica è festa padronale… anche i Santi hanno la loro importanza !!!…. alla prossima allora

I commenti sono chiusi.