Le imposizioni politiche da parte del Governo nazionale sul Piano di rientro sanitario pugliese frenano le internalizzazioni, ledendo il principio di autonomia delle regioni.

 La proroga concessa alla Regione Puglia per riesaminare il Piano, come già evidenziato in altra occasione, ha il sapore dello scontro politico che nulla ha a che vedere con la sanità ed il risanamento dei conti considerato che i tecnici del Ministero si erano espressi favorevolmente su quel Piano.

 Uno scontro che di fatto ricade solo sulle spalle dei cittadini e delle famiglie di quei 5000 lavoratori che attendono da anni una risposta da parte della politica. L’imposizione del Governo nazionale, condizionando il trasferimento dei 500 milioni, rallenta il già titubante lavoro della Giunta Vendola costretta a prendere tempo per approvare la bozza del Piano di rientro.

 Le diatribe politiche personali così, finiscono per danneggiare il territorio e le famiglie, costrette a tirare ancora di più la cinghia per far fronte alle spese quotidiane, ai mutui, alle spese sempre più onerose per la scuola. Tutto ciò alimenta un sentimento antipolitico a tutti i livelli, soprattutto nei confronti della classe dirigente.

Come Udc vogliamo continuare ad assicurare il nostro impegno per lo sviluppo del territorio e come forza di opposizione terza alla Regione Puglia, continueremo a sostenere il processo di internalizzazione per assicurare una vita dignitosa alle famiglie dei lavoratori e far sì che siano in grado di programmare in maniera autonoma il proprio futuro. Tutto ciò in sintonia con il nuovo progetto del Partito della Nazione intrapreso coraggiosamente dal Presidente Pierferdinando Casini.

  Un progetto che vuole modificare lo stato della politica attuale, riappacificando l’Italia e interagendo con i cittadini per risolvere i loro problemi. Per questa ragione abbiamo affidato a tutti coloro che hanno aderito al progetto, a tutti i livelli, dal consigliere comunale a quello provinciale, dal consigliere regionale fino ai parlamentari, il compito di prospettare proposte e soluzioni che siano in grado di dare risposte al territorio, mettendo da parte spot mediatici e poesie che in questi anni hanno caratterizzato i percorsi politici.

 Tutto in un clima di riappacificazione nazionale. Anche per questo nasce il Partito della Nazione, un progetto che ci vede fermamente convinti e al quale daremo il nostro apporto e tutto il sostegno necessario. Presidente Gruppo Udc-Partito della Nazione

 

 

Fonte: SudNews

 

{jcomments on}

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi