“Da noi hanno fatto una manovra tagliando sui servizi e a me, che sono certamente abbiente, non hanno chiesto una lira in più.

 Io – ha alzato la voce Scalfari – voglio pagare più tasse. Lo Stato deve tassare i patrimoni oltre un certo livello e ridurre le tasse sui redditi”. Gli applausi della sala d’Enghein del Carlo V a quel punto erano scroscianti. E’ stata una serata entusiasmante malgrado l’argomento riguardasse essenzialmente i barbari e l’imbarbarimento dei nostri giorni. I due giornalisti a confronto, Mieli e Scalfari hanno saputo regalare punti di vista e opinioni certamente orginali e per nulla viziate da condiziomenti alcuni, com’è nel loro naturale DNA.

Seppur Paolo Mieli, allievo di Eugenio Scalfari, su molte cose divergeva dal maestro, era interessante vedere come le opinioni fossero valide entrambe ed entrambi i protagonisti coglievano i diversi aspetti delle situazioni senza snaturarle. I barbari, per esempio secondo Scalfari hanni infiacchito la vita politica italiana mentro per Mieli questo era motivo di contaminazione, di crescita, di confronto. 

 Poi il discorso si sposta sul personale. Mieli non rinuncia a intervenire sulla polemica legata alle case editrici di proprietà del premier e chiede: “Perché non lasci l’Einaudi?”. Scalfari riepiloga quanto già espresso sulle colonne di Repubblica: “Il management della casa editrice è rimasto legato all’impostazione iniziale di una azienda culturale che ha formato tre generazioni di italiani. Quelli che decidono sui libri, dopo questa polemica nata sulle pagine di Repubblica, si sono rafforzati e se non dovessero essere più liberi si dimetterebbero, e io insieme a loro me ne andrei”.

 Poi Scalfari lancia la stoccata finale. “E tu Paolo, perché non ti dimetti dalla Rcs la cui maggioranza è nelle mani di imprenditori berlusconiani?”. Paolo Mieli spiega che non tutti in Rcs sono dalla parte del presidente del Consiglio. Il tempo è finito, rimane una manciata di minuti per le domande del pubblico e di un lungo applauso che conclude l’incontro.

 

 Fonte: SudNews

{jcomments on}

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi