Simona D’Ambrogio: “questa coalizione ha fatto il suo corso ed ha esaurito il suo tempo”

Non ho granché da aggiungere a quanto già detto dalla mia segretaria e dal mio capogruppo nel comunicato odierno dal momento che mi riservo di esprimere il mio punto di vista in maniera dettagliata e “tecnica” insieme col mio gruppo.

Vi confido con tutta la sincerità possibile che, prima di parlare,  ho semplicemente aspettato di capire cosa stesse accadendo, confidando ingenuamente ed invano, nel buon senso di chi ha più esperienza politica di me.

Tengo solo a dire un grazie pubblicamente a Vanessa Giannuzzi per la coerenza e la forza dimostrata soprattutto in questo periodo di attacchi pesanti ed ingiustificati che hanno purtroppo avuto di mira più la sua persona che il suo ruolo politico..le dico grazie di cuore per il supporto incondizionato a chi come me, e lo dico tranquillamente, certa e convinta delle mie azioni, ha dimostrato di avere ancora buon senso e dignità.

Mi riferisco a quei colleghi consiglieri (Antonio Tiene e Daniele Russo) che non si sono mai sottratti al dialogo e hanno sempre dimostrato di avere come priorità il risultato positivo che avremmo voluto ottenesse questa amministrazione, senza troppa  attenzione ad esigenze personali e tornaconti di sorta.

Mi riferisco a Totò De Vitis che per mesi, soprattutto da vice – sindaco, ha creduto fermamente che con l’impegno di tutti si potesse davvero cambiare qualcosa e ha lavorato con tutto se stesso perché ciò accadesse…  a Mimino Caputo che ha sempre  dimostrato di sapere cosa volesse dire fare gruppo, avere dei consiglieri cui fare riferimento, per i quali, a volte, essere di conforto e dai quali, altre volte, ricevere conforto…a Enzo Russo che non ha mai avuto problemi ad offrirci il proprio appoggio incondizionato e sincero, a prescindere da qualsivoglia  imposizione o pressione…e poi a tutti quegli amici che con il loro aiuto fedele ci hanno supportati e sostenuti.

A chi sorride perché possono apparire solo frasi smielate dico che molto spesso, anzi, quasi sempre, niente è come sembra in un ambiente difficile come la politica, soprattutto per chi come me è alla prima esperienza e il supporto di persone di cui potersi fidare diventa vitale.

Ciò a cui ho assistito in questi giorni: l’attaccamento a tutti i costi a quella poltrona, l’astio, per non dire l’odio nei confronti di colleghi consiglieri che non la pensano come te, al di là ed in spregio ad ogni rapporto personale, le pugnalate alle spalle e il cambiamento di idee dall’oggi al domani per un posto in giunta, per una promessa…sono tutti  sentimenti ed atteggiamenti che non mi appartengono e ai quali ho deciso di ribellarmi.

Oggi sono semplicemente dispiaciuta e disgustata da tali comportamenti ma anche riconoscente a quei compagni di viaggio che hanno saputo preservare la propria dignità dimostrando coerenza.

Abbiamo chiesto spiegazioni, abbiamo ricevuto insulti ed accuse.

Una volta capito che non c’era la volontà di dare una svolta e di cambiare davvero, di dare risposte concrete al nostro paese, sarebbe stato meglio ammettere tutti insieme semplicemente e sinceramente che questa coalizione ha fatto il suo corso ed ha esaurito il suo tempo.
Noi abbiamo deciso di farlo e sono orgogliosa di questo, a prescindere dai commenti di chi, in maniera ridicola, tenta di dimostrare il contrario.

Con la speranza che episodi del genere non si ripetano più,
Simona D’Ambrogio

 

 

{jcomments on}

I commenti sono chiusi.