Nardò: Lotta all’abusivismo edilizio

Nell’ambito della costante attività di vigilanza espletata dal Nucleo di Polizia Edilizia della locale Polizia Municipale 

agli ordini del Ten. Col. Cosimo Tarantino,  unitamente ai tecnici del Settore Urbanistica – Ambiente, nei giorni scorsi è stato  accertato l’ennesimo reato edilizio e, quindi, posto sotto sequestro un manufatto da destinare a civile abitazione in località Torremozza, completo allo stato rustico e parzialmente intonacato. Trattasi di fabbricato avente una superficie coperta di circa mq. 65 insistente su un lotto di circa mq 700 e ricadente,  inoltre, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico e ad altri regimi di tutela previsti dal PUTT.
Il puntuale e severo intervento del Comando di Polizia Locale ha permesso, altresì, l’accertamento ed il conseguente sequestro, in località S. Caterina Alta, di altro manufatto abusivo consistente in un ampio porticato in legno ed un vano cucina: il tutto realizzato senza il prescritto titolo edilizio.
Allo stesso modo sono risultate positive ulteriori azioni di controllo sul territorio che hanno portato alla luce il compimento di attività edilizie illecite di minore entità sanzionabili solo amministrativamente.
“Appare singolare come nonostante le ultime disposizioni legislative tese ad una semplificazione in materia edilizia (vedasi la recente Legge 73/2010 e nuova la nuova disciplina della cd. “SCIA”), i cittadini tentino ancora di realizzare opere abusive che spesso sarebbero regolarmente approvabili…” così il Comandante Tarantino che prosegue “…invito tutti coloro che abbiano in animo di costruire qualsiasi cosa a prendere contatti preventivi con gli Uffici comunali competenti onde acquisire con chiarezza e certezza le esatte procedure da seguire”.

I commenti sono chiusi.