Lettera aperta al Dott. Antonio Vaglio

Caro Antonio,
ne e’ valsa la pena? E’ valsa la pena aprire l’anno scorso una crisi per iniziare una nuova fase amministrativa definita ” fase 2 ” che e’ poi stata la genesi della fine dell’esperienza politica di Antonio Vaglio sindaco.

Ancora oggi, io che sono stato parte in causa di quel periodo, posso solo ipotizzare le reali motivazioni che ti portarono a prendere quella decisione. Anche perché il “momento” amministrativo che il Vaglio ter stava attraversando, seppur tra qualche difficoltà e nella consapevolezza che tanto c’era ancora da affrontare, stava portando discreti risultati.
Basti pensare ai progetti inseriti nella programmazione di Area Vasta grazie al lavoro in “cabina di regia” di Giancarlo De Pascalis, ai PIRP – programmi integrati per la riqualificazione delle periferie per 4.000.000 di €, che avrebbero dato un ” volto nuovo ” alla zona 167, ai finanziamenti ottenuti in favore del settore ambiente, ed in particolare per il Parco di Portoselvaggio – Palude del Capitano, ai tanti progetti pronti da realizzare come i parcheggi per l’area Parco, il CEA – Centro di Educazione Ambientale, la destinazione da dare alla “Casa del Capitano” al tempo appena restaurata, all’ampliamento dell’Area Marina Protetta, e via dicendo, senza contare l’ordinaria gestione di un Assessorato “difficile” come quello dell’Urbanistica – Ambiente.
Allora perché Antonio, anziché difendere con i denti chi stava lavorando al tuo fianco nell’interesse della Città hai deciso di “rivoluzionare” tutto, anche il voto popolare, creando quel pastrocchio che ha portato i neretini a ritenere che l’unica via per uscire da questo “pantano” fosse il commissariamento, non solo per non perdere importanti risorse finanziare ma anche per risolvere le piccole emergenze quotidiane? Perchè hai scelto di relegare all’opposizione chi ti aveva consentito di governare, con un contributo determinante (con 2.700 preferenze, e il sottoscritto con 400 voti, primo degli eletti della coalizione). Interrogativi che forse meritano risposta.
Naufragata l’idea diversa di gestione della cosa pubblica, tanto reclamizzata dai neo protagonisti della fase 2, ti hanno lasciato senza maggioranza e oggi ti immagino a chiederti, come faccio io, ne e’ valsa la pena?
Sei veramente convinto che i rapporti umani possano essere messi da parte in nome di un’azione politica? Credo che ora comincerai a pensarla in modo diverso, soprattutto non avendo più al tuo fianco quei cattivi consiglieri che, sono sicuro, hanno forzato la tua mano.

Cordialmente Mino Natalizio

 (tuo ex assessore all’Urbanistica e Ambiente dall’agosto 2005 all’agosto 2009, ed orgoglioso di esserlo stato in un periodo in cui la tua amministrazione ha raggiunto importanti risultati).

I commenti sono chiusi.