Puglia, Piano Sanità Vendola: ho scritto a Silvio Berlusconi

“Ho scritto al presidente Berlusconi una garbata lettera in cui lo informo della situazione e gli chiedo cosa intende fare, perchè ogni giorno che passa sono centinaia di migliaia di euro che si perdono”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, parlando della lettera che ha inviato al presidente del Consiglio dei ministri Silvio Berlusconi in merito al Piano di rientro sanitario della Puglia. Vendola ne ha parlato oggi a margine del convegno ‘Organizzare la giustizia’, che si è concluso dopo tre giorni a Bari.

 

Da mesi è in atto un ‘braccio di ferro’ a suon di polemiche tra Vendola e il governo che non firma il Piano della Puglia, sollevando problemi tecnici, riguardanti, in particolare, il processo di internalizzazione del personale. “Io – ha spiegato – mi affido al presidente del Consiglio, perchè la Puglia, ogni giorno che non firmano il Piano di rientro, subisce un danno”.

“Ogni mese che passa – ha aggiunto – perdiamo ulteriori dieci milioni di euro”. “Insomma – ha rilevato – siccome giocano sulla pelle nostra, ho chiesto al presidente Berlusconi, con una lettera garbatissima, che cosa devo fare. Che cosa intende fare lui e cosa devo fare io perchè non lo so”.

“Se i tavoli tecnici sono completati – ha proseguito – e dicono che abbiamo fatto un lavoro perfetto, eccellente dal punto di vista dei tagli da effettuare perchè abbiamo 450 milioni in meno di euro di risorse, allora perchè non stiamo firmando?”. “Perché – ha chiesto infine Vendola – si sta compiendo questo delitto nei confronti della Puglia?”.

 

Fonte: GdM

 

{jcomments on}

I commenti sono chiusi.