Apre il nuovo ecocentro i rifiuti diventano risorsa

I rifiuti acquistano valore e diventano una risorsa della collettività, con benefici ambientali ed economici.

E’ questo il percorso che il Comune di Lecce ha inteso avviare attraverso l’apertura del nuovo eco-centro per la raccolta dei materiali recuperabili, inaugurato ieri mattina dalla ditta Axa nel vecchio mattatoio leccese. La struttura, moderna ed informatizzata, ha aperto i battenti ieri alla presenza del vicesindaco Gianni Garrisi, assessore all’Ambiente, e del responsabile dell’impresa Giampiero Corvaglia. Costituirà un nuovo presidio per il corretto smaltimento dei rifiuti da riciclare, offrendo agli utenti anche la possibilità di «guadagnare» punti e regali, ed in futuro anche uno sconto sulla Tarsu.

A spiegarne i vantaggi l’assessore Garrisi, che si dice soddisfatto per l’ulteriore passo avanti nella gestione del sistema dello smaltimento. «Si aggiunge un altro tassello importante al quadro del sistema che abbiamo avviato – sottolinea – perché questa struttura consentirà ai cittadini di collaborare con l’am – ministrazione comunale nel migliorarne l’efficienza, contribuendo all’igiene e alla pulizia della città. La struttura – spiega Garrisi – è completamente recintata, custodita e videosorvegliata in modo da garantire la sicurezza. Quello che è richiesto agli utenti – prosegue – è una selezione di base nelle proprie abitazioni: carta, vetro, alluminio, pile, plastica ed ogni altro materiale da smaltire in buste diverse. Ai cittadini che collaboreranno verranno assegnati dei punti da caricare su una tessera magnetica che verrà rilasciata nelle stesse strutture. I punti accumulati, inzialmente, daranno diritto a ricevere dei regali. Poi, non appena andrà a regime il nuovo appalto per la raccolta porta a porta in tutta la città, quegli stessi punti consentiranno ai cittadini di avere degli sconti sulla tassa». Garrisi spiega che i centri di raccolta sostituiscono le vecchie «isole ecologiche» non più previste dalla recente normativa in materia di smaltimento dei rifiuti.

I nuovi centri di raccolta, dunque, devono avere precise caratteristiche, come la recinzione e la sorveglianza dell’area. «Con questa inaugurazione – riferisce l’asses – sore – eliminiamo definitivamente la vecchia isola ecologia di via San Nicola, che era diventata una discarica abusiva. Il sito è stato ripulito ed abbiamo provveduto anche a chiudere l’altra isola ecologica di piazza Palio, pure questa vandalizzata e ridotta ad una discarica abusiva. Mano a mano realizzeremo nuovi centri di raccolta. Oltre a quelli già esistenti – quello inaugurato ora e gli altri due gestiti da Ecotecnica a Villa Convento e presso l’ex Saspine abbiamo preventivati altri tre e sono già in corso le procedure di gara per i nuovi appalti».

L’assessore rileva che la collaborazione dei cittadini sarà la condizione indispensabile perché le attività di raccolta differenziata possano davvero decollare, consentendo così di abbattere i costi di smaltimento dell’amministrazione comunale e di conseguenza anche le tasse a carico dei cittadini. Il nuovo centro di raccolta sarà operativo dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 14. I cittadini che vorranno avvalersi del servizio, per poter agevolare il successivo controllo presso l’ecocentro, dovranno differenziare già nella propria abitazione le diverse frazione recuperabili; niente di più di quanto non si faccia già ora quando si attua la raccolta differenziata. Il personale preposto al front office, una volta pesato il rifiuto, guiderà l’urente al corretto conferimento

 

Fonte: GdM

 

{jcomments on}

 

I commenti sono chiusi.