L’editoriale : “Noi al sud stiamo tutti bene”

Non è un caso. E’ la dura e inesorabile discinta verità. Noi al sud stiamo tutti bene.

Ci siamo lasciati alle spalle i luoghi comuni della nostra splendida e amara terra, dove la miseria e le ristrettezze di una vita di stenti e acre, ci ha spinto ed emigrare al nord e renderci menti pensanti.Ad evolverci con gli artifici,ad affinare l’arte sapiente dell’astuzia, dell’ingegno; a saper remare contro corrente verso le regole e il nostro prossimo.

Tutto sommato siamo un prodotto finito di lampante virtù sociale.Non ci facciamo mancare nulla e siamo innanzitutto, piccola nota d’indiscussa esuberanza, al passo con i tempi e le correnti … di varia natura.Ci adattiamo facilmente, abbiamo uno spirito di accomodamento innato. Ora qua, ora là l’importante è sopravvivere, ovviamente.

Siamo refrattari ai principi.Siamo insensibili al senso civico. Siamo dopo tutto ciò che i nostri padri, naturali e putativi, hanno desiderato “creare” con o senza cognizione di causa.

Noi siamo gente del Sud, ripulita, addolcita e magari dotta, ma sempre gente di questa luminosa e aspra terra … la nostra terra!

… Noi al sud, stiamo tutti bene …

{jcomments on}

I commenti sono chiusi.