«Con le delibere approvate oggi dal Cipe si aprono i cantieri di opere pubbliche per 21 miliardi di euro. Sono soddisfatto perchè in questa fase economica le infrastrutture daranno un contributo per lo sviluppo e per l’occupazione.

 Peraltro, si definiscono gli iter approvativi di tre opere strategiche che interessano l’Italia e l’Ue (il Terzo Valico dei Giovi, la Torino-Lione e il Brennero), mantenendo così gli impegni. In tal modo abbiamo dimostrato all’Europa che l’Italia ha mantenuto i suoi impegni». Lo dichiara il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, al termine della riunione del Comitato interministeriale per la programmazione economica.

«Il Cipe – aggiunge Matteoli – ha affrontato in modo organico e conclusivo il tema dei lotti costruttivi attraverso cui il governo autorizza l’avvio di interventi immediatamente cantierabili garantendo nel tempo la copertura finanziaria globale delle opere».

Le opere che potranno essere immediatamente avviate sono: il Terzo Valico de Giovi sull’asse Alta velocità Milano-Genova (6,2 mld); l’Av Milano-Verona tratto Brescia-Treviglio (3,8 mld); il Valico del Brennero (4,6 mld) e l’accesso alla galleria di base del Brennero nel tratto Fortezza-Verona (1,6 mld); la Torino-Lione – cunicolo esplorativo della Maddalena (143 milioni); la settima tranche del Mose di Venezia (230 milioni di euro) in tal modo si raggiungerà il 75% della realizzazione dell’intera opera; l’autostrada Pontina Roma-Latina (2,7 mld); la viabilità secondaria del primo lotto dell’autostrada Tirrenica da Rosignano a San Pietro in Palazzi (costo complessivo della Tirrenica 1,8 mld).

Approvati, si legge nella nota, anche alcuni interventi nel Mezzogiorno quali la piastra logistica di Taranto (33 milioni) e l’adeguamento ferroviario nell’ambito dell’area metropolitana di Bari ( 29 milioni di euro).

Approvate le prescrizioni alla Convenzione unica tra Anas e la società autostrade Brescia-Verona-Vicenza-Padova. Nella prossima seduta il Cipe esaminerà, tra l’altro, un piano organico di opere per il Mezzogiorno coerente con le risorse effettivamente disponibili dei Fas.

Il Cipe ha infine approvato l’Allegato Infrastrutture alla DFP già esaminato con favore dal Parlamento e dalla Conferenza unificata Stato-Regioni, nel quale si conferma la validità dell’operato del Governo: 68 miliardi di opere cantierate di cui 45 nel biennio, 145 miliardi di progetti approvati dal Cipe di cui 119 indicati come prioritari nel prossimo triennio.

FITTO: SBLOCCO FONDI DA CIPE DIMOSTRA CHE ATTIVITA’ GOVERNO PROCEDE CON EFFICACIA
“Le decisioni assunte oggi dal Cipe sbloccano la realizzazione di importanti opere che interessano tutto il Paese e finanziano l’avanzamento dei lavori di interventi infrastrutturali di grande rilevanza per lo sviluppo. E’ questo il segno concreto che l’attività del Governo procede con efficacia, rivolta ai problemi del Paese”. Lo dichiara il ministro per i Rapporti con le Regioni e per la Coesione territoriale, Raffaele Fitto.

“Molto importanti – aggiunge – sono le decisioni assunte per il Mezzogiorno, il piano irriguo, gli interventi sulle ferrovie locali della Puglia, la piastra logistica di Taranto per un totale di circa 240 milioni di euro che anticipano di pochi giorni il varo del piano per il Sud e costituiscono una risposta alle esigenze dei territori”.

FLORIDO: COSI’ RILANCEREMO IL PORTO DI TARANTO
Il Cipe (Comitato interministeriale per l’economia) ha sbloccato i fondi per la piastra logistica del porto di Taranto: l’investimento complessivo ammonta a 218 milioni di euro. A darne notizia è il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido. La piastra logistica integrata del porto jonico fa parte del sistema intermodale della rete trasportistica del Corridoio Adriatico.

Il via libera del Cipe, osserva in una nota Florido, “è una notizia che la terra jonica attendeva ormai da tanto, troppo tempo. Finalmente possiamo dire che qualcosa di concreto si sta mettendo in moto per rilanciare le ambizioni dello scalo tarantino”. “Da presidente della Provincia – conclude – prendo atto con soddisfazione dell’impegno profuso dai parlamentari locali e dalla Regione Puglia, in particolare dal governatore Nichi Vendola e dall’assessore regionale Guglielmo Minervini”.

{jcomments on}

 

Fonte: GdM

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi