Maroni: lunedi’ saro’ a ‘Vieni via con me’

Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, è  “soddisfatto” della risposta del direttore di Raitre, Paolo Ruffini, che ha accolto la sua richiesta di intervenire alla prossima puntata di ‘Vieni via con me'”.

 Il ministro, quindi, lunedì 22 novembre, “sarà in studio per partecipare alla trasmissione”.  Lo ha dichiarato in una nota la portavoce, Isabella Votino.

In aderenza alla struttura del programma il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, secondo quanto si apprende, partecipera’ lunedi’ sera a ‘Vieni via con me’ leggendo un elenco. Non e’ ancora deciso che tipo di lista sara’, ma il ministro potrebbe illustrare quelli che considera i suoi successi contro la criminalita’ organizzata in questi due anni e mezzo di presenza al Viminale: superlatitanti catturati (29 dell’elenco dei piu’ pericolosi), beni sequestrati alla criminalita’ organizzata (oltre 35mila per un valore di quasi 18 miliardi di euro), mafiosi arrestati (6.700).

MARONI: SOLUZIONE RAGIONEVOLE – ”Mi hanno invitato, quindi ho accettato l’invito. Mi sembra la soluzione piu’ ragionevole e sono soddisfatto di questa disponibilita”’. Lo ha detto il ministro dell’Interno Roberto Maroni, commentando la sua prossima partecipazione alla trasmissione ‘Vieni via con me’. Arrivando agli studi Rai di Milano per la registrazione del programma di Paragone in onda questa sera e dove tra l’altro viene trasmessa in diretta ‘Vieni via con me’ di Saviano e Fazio, alla domanda ‘se per lunedi’ sera ha gia’ preparato l’elenco’, Maroni ha replicato: ”Mi preparero”’
 
ZAVOLI,VINCONO INTELLIGENZA E DEMOCRAZIA – ”Quando ci si incontra nel nome di una civilta’ personale, e in piu’ politica, vince il respiro calmo dell’intelligenza e della democrazia”. Cosi’ il presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Sergio Zavoli, commenta la decisione di ospitare il ministro Roberto Maroni a ‘Vieni via con me’.
 
GARIMBERTI, BENE SOLUZIONE CONDIVISA – Piena soddisfazione da parte del presidente della Rai, Paolo Garimberti, per l’accordo raggiunto con il ministro dell’Interno Roberto Maroni.  A quanto si apprende, Garimberti è molto, molto soddisfatto che si sia giunti a una soluzione condivisa all’interno del programma, proprio come aveva indicato in consiglio di amministrazione e auspicato pubblicamente.

 

{jcomments on}

I commenti sono chiusi.