Scivolone dei granata :Arzanese vs Nardò 2-0

Sul sintetico della capolista il Nardò cade al cospetto di una squadra cinica e spietata fra le mura amiche (ha sempre vinto nelle partite casalinghe), un 2-0 che fa crollare il filotto di risultati utili consecutivi per il toro e lo fa indietreggiare in classifica.

La partita su un campo reso umido dalla pioggia inizia nel peggiore dei modi, infatti come una settimana fa il vantaggio avversario arriva al secondo minuto di gioco, quando Carotenuto batte Sorrentino prendendo alla sprovvista la nostra retroguardia.
Nei minuti successivi il Nardò prova a reagire ma la difesa campana regge senza troppi affanni e intorno alla mezzora si riaffaccia in avanti con più insistenza (al 28’ Montaperto sfiora il raddoppio).
All’intervallo il Nardò si trova sotto di un goal, in una partita non bella da vedere, anche per il gioco di rottura fatto dai padroni di casa per stroncare tutti i tentativi offensivi dei granata.
Nella ripresa nulla di nuovo nei 22 in campo, però il Nardò sembra più intraprendente e al 49’ Montaldi insacca una munizione di capitan Irace ma la bandierina alzata fa strozzare in gola l’urlo dei tifosi neretini presenti sugli spalti.
Il Nardò sembra avere la grinta giusta e prova a spingere rendendo la vita difficile alla retroguardia dell’ Arzanese, che con Manzillo e Montaldi sfiora il goal del pareggio, però proprio sul momento migliore subisce il 2-0 (minuto 66) con Gelotto che è più lesto a ribadire in rete un pallone scagliato in area da Carotenuto che prima colpisce la traversa e poi ritorna in campo spiazzando tutta la difesa neretina ma non l’attaccante campano.
Negli ultimi 10 minuti di partita il Nardò prova il tutto per tutto, e al minuto 82 un cross di Masullo viene intercettato in area di rigore dalle mani di Gelotto, l’arbitro però lascia correre e nega ai nostri un rigore solare che magari avrebbe riaperto in match.
Gli ultimi minuti passano inesorabili e con due squadre stanche in attesa del triplice fischio finale, da annotare solo la sportività dei nostri tifosi che nonostante tutto non hanno mai smesso di incitare la squadra, anche se al rientro negli spogliatoi i fischi non si sono fatti attendere.
Torniamo a casa con una sconfitta maturata già nei primi minuti di gioco, quando il match era iniziato forse noi eravamo ancora negli spogliatoi e questo ci è costato molto caro.
Sicuramente andare a sfidare la capolista sul proprio campo, dove nessuno è riuscito fin’ora a strappare punti, non era un’impresa facile (mettiamoci anche un rigore negato dall’arbitro) e quindi le attenuanti ci sono tutte, però questo non può sicuramente giustificare una nuova prova incolore di un Nardò troppe volte senza mordente e soprattutto il fatto di subire nuovamente goal nei primi minuti di gioco mettendo già in salita una partita di per sé difficile.

 

ARZANESE: Navarra, Nocerino, Noviello, Imparato, Anatrella, Castellano, Manzo, Montaperto, Carotenuto, Gelotto, Sandomenico. All. Fabiano (squalificato)
NARDO’: Sorrentino, Masullo, Centanni, Cornacchia, Djallo, Manzillo, Irace, Palmisano, Puccinelli, Montaldi, Uva. All. Maiuri

 

{jcomments on}

I commenti sono chiusi.