Uefa: inchiesta su Mou e espulsioni

La Uefa ha aperto un’inchiesta disciplinare sul sospetto di ‘espulsioni’ pilotate da parte del Real Madrid nella partita di Champions League contro l’Ajax. Sotto esame i due giocatori espulsi, Sergio Ramos e Xabi Alonso, per “condotta impropria”, e con loro il tecnico José Mourinho, il portiere Iker Casillas e il preparatore dei portieri Jerzy Dudek.

 

L’apertura di un procedimento disciplinare, informa l’Uefa sul suo sito, imputa a tutti e cinque gli indagati del Real (Mourinho, i tre giocatori più Dudek) “condotta impropria”, ovvero atteggiamento antisportivo. Sotto inchiesta anche l’allenatore del Cluj, Sorin Cartu, ‘reo’ di aver sfondato un vetro della panchina al termine della partita persa col Basilea in Champions, per la rabbia dell’eliminazione. I due casi saranno esaminati dalla Disciplinare europea il 30 novembre.

FAIR PLAY E CAMPIONI,MOURINHO INFIAMMA ‘CLASICO’  di Francesco Cerri – Sara’ piu’ che mai la madre di tutte le sfide: Barca contro Real, Guardiola contro Mourinho, Messi contro Ronaldo, classe ed eleganza contro grinta e velocita’. La febbre sale in Spagna a pochi giorni dal ‘clasico’ piu’ atteso di sempre fra i due grandi di Spagna e d’Europa. Passato il turno di Champions con i trionfi dei blancos 0-4 ad Amsterdam contro l’Ajax e dei blaugrana 0-3 a Atene con il Panathinaikos nulla piu’ distrae il popolo del calcio iberico dal grande appuntamento di lunedi’ sera, che si prevede sara’ seguito in tv da quasi mezzo miliardo di spettatori sul pianeta. Il Real Madrid ora targato Mourinho, primo di Liga con un punto di vantaggio sul Barcellona, sogna di porre fine alla serie di sconfitte degli ultimi due anni, e soprattutto di cancellare l’umiliante 2-6 subito al Bernabeu in quel maledetto 2 maggio 2009. Una batosta che per la tifoseria blanca grida vendetta.

Il Barca vuole ridimensionare le ambizioni dei rivali, ancora imbattuti con Mourinho dall’inizio della stagione. ”Battere il Madrid e’ come un orgasmo” assicura Xavi, il regista del Barca, ”e’ come vincere al Casino’, il cuore ti batte forte. Ma se perdi…”. Le due squadre arrivano all’appuntamento del Camp Nou con le formazioni di lusso, lanciatissime dopo avere polverizzato nell’ ultima giornata l’Almeria (0-8 dal Barca) e l’Athletic (5-1 il Real), con Messi e Cristiano Ronaldo travolgenti a una media di oltre un gol a partita. Il portoghese vuole strappare all’ argentino il titolo di migliore giocatore del mondo ma ‘la pulce’ non sembra disposto a farsi da parte. Sara’ il duello fra ”i due cannoni d’Europa” prevede Abc, 14 gol in 12 partite Ronaldo, 13 Messi. E sara’ anche l’attesissimo confronto fra il ‘gentleman’ Guardiola e il ‘provocatore’ Mourinho, che dall’ inizio del campionato lancia strali contro il Barca, Pep finora ha evitato la polemica. ”Sara’ una grande battaglia fra due colossi, due stili, due forme vincenti di vedere il calcio” scrive El Mundo. Il ‘super-clasico’ e’ stato preceduto da scintille e polemiche.

L’ultima sulla diversa ‘sportivita’ dei due tecnici, dopo la ‘mourinhada’ di Amsterdam, martedi, quando il portoghese ha ordinato a Sergio Ramos e Xabi Alonso negli ultimi minuti della partita con l’Ajax (sullo 0-4) di farsi espellere per ‘ripulirsi’ prima degli ottavi dei cartellini gialli accumulati. Una mossa criticata dalla stampa spagnola, perfino dal madridista As, come poco elegante e contraria all’etica del Real. L’Uefa ha aperto un’inchiesta disciplinare nei confronti di Ramos e Xabi per ”condotta impropria”, ma anche di Mourinho, Iker Casillas e Jerzy Dudek che avevano fatto i ‘postini’. Pep ha risposto a modo suo. Quando Pique’ ieri si e’ trovato con il Panathinaikos nella stessa situazione di Ramos e Alonso – un cartellino giallo oltre a quello che aveva gia’ da prima – non l’ha spinto all’ autoespulsione ripulitrice. Anzi, dopo un po’ l’ha sostituito: ”non volevo – ha spiegato poi – che si facesse espellere”. ”Pep, come Messi, e’ di quelli che non speculano” lo elogia oggi As. Sottinteso, non come altri… ”Un altro stile” ha commentato laconico El Periodico, di Barcellona.

 {jcomments on}

I commenti sono chiusi.