Caos politico ed istituzionale di questa sempre più sbilenca giunta comunale

La diagnosi dice che si tratta di MENTE DIVISA. Del terzo tipo (come gli incontri –per chiedere lumi-di mag-gioranza del Sindaco). I sintomi riguardano il fastidio di parlarsi tra loro, i problemi di pianificazione, la   scarsa memoria e l’incapacità a risolvere i problemi. La Giunta comunale (ma non solo) ne è afflitta da due anni.

 

L’ultima crisi di sdoppiamento riguarda i lavori di sistemazione idraulica della fontana del toro di    piazza Salandra. La MENTE DIVISA non dialoga con se stessa, ma si esprime separatamente. Per la solare soddisfazione dell’assessore all’ambiente, Maglio. Da una parte si promuovono sciagure ambientali e dall’altra si cerca di vendere un’immagine diversa, della  serie: Sorridi, domani sarà molto peggio.

Il Movimento Impegno Civile ha appreso dalla stampa di una manifestazione per   “l’inaugurazione” della Fontana del Toro  alla presenza dell’Assessore  Maglio in rappresentanza della P.A., senza che nessuno dei Consiglieri fosse stato tempestivamente informato.
Risulta, altresì,  che nella circostanza era assente l’Assessore ai Lavori Pubblici Renna.Nella circostanza l’Assessore Maglio ha dichiarato che altri  lavori pubblici erano in programma ed altri ancora in fase di  esecuzione, ma che al momento non intendeva parlarne “al fine di evitare polemiche” , salvo a presentarli  quando sarebbero state già realizzati.

Anche su questo Risi non ha nulla da dire?Il Movimento Impegno Civile, pur apprezzando l’impegno dell’Assessore all’Ambiente,  ritiene che i lavori pubblici di qualsiasi entità vadano programmati e pubblicizzati nel rigoroso rispetto della legge.Pertanto, chiede all’Assessore al ramo :

– le ragioni  della sua assenza ad una “ inaugurazione “ pubblica che suscita non poche perplessità trattandosi in sostanza di una semplice riparazione di impianto elettrico e idraulico;- le ragioni per le quali  la Città non deve essere informata delle iniziative della Pubblica Amministrazione, dei costi e del rispetto delle procedure adottate per la loro esecuzione;

– le ragioni per le quali non ritiene che le riparazioni per impianti e servizi (orologio – fontane – strade – ecc. ) rientrino tra i doveri di una P.A. che dovrebbe essere chiamata a giustificare i ritardi e non essere strumentalizzate a fini politici o di propaganda elettorale, peraltro senza assumersi la responsabilità diretta e personale, ma  delegando altro Assessore.

– Per  quanto sopra, il Movimento Impegno Civile chiede all’Assessore ai Lavori Pubblici di assumersi la responsabilità del suo ruolo, di  informare i cittadini dei lavori programmati, di rassicurarli circa il rispetto delle procedere nell’assegnazione dei lavori,  nonche’  dei relativi costi  e,  senza delegare nessuno.

Al Sindaco di provvedere a una totale revisione di certi costi della macchina comunale incidendo in           particolare sulle cosiddette spese di rappresentanza e quant’altro.

Dica e dia esempio ai suoi assessori: scordatevi rimborsi e telefonini dedicati.

Ci sembra una cosa assolutamente normale, non un motivo di   vanto: chi si mette a disposizione della cosa pubblica volente o nolente sa di dover mettere qualcosa di proprio. 

Il  Coordinatore       Il Gruppo Consiliare

I commenti sono chiusi.