Afghanistan: convoglio italiano colpito da ordigno. Nessun ferito

(ASCA) – Roma, 14 ott – Questa mattina, alle ore 11,30 locali (le 9 italiane), un’unita’ della Transition Support Unit Centre (TSU-C), e’ stato coinvolto dall’esplosione di un Ied (Improvised explosive device) avvenuto a 9 chilometri a sud-ovest di Shindand: non ci sono feriti.

Lo comunica in una nota la missione Isaf, precisando che il convoglio italiano e’ stato colpito al suo passaggio mentre era impegnato in una operazione di route clearance per il controllo e la messa in sicurezza degli itinerari percorsi quotidianamente dai convogli della coalizione multinazionale operanti in Afghanistan. Il secondo dei veicoli della colonna, con a bordo gli specialisti della Task Force Genio del 5* reggimento genio guastatori di Macomer (Nu), ha riportato lievi danni e non si sono registrati feriti tra i militari. L’area dell’evento e’ stata cordonata e messa in sicurezza dagli altri componenti della pattuglia composta dai paracadutisti del 183* reggimento ”Nembo” di Pistoia. com-stt/gc

 

I commenti sono chiusi.