Marò: India rinuncia alla legge antiterrorismo

(Ansa)_Il governo indiano avrebbe deciso di rinunciare all’uso della legge anti-pirateria, che prevede la pena di morte, per costruire l’accusa nei confronti dei due Marò.

 

Secondo fonti governative indiane, la nuova posizione sarà presentata nell’udienza lunedì in Corte Suprema.  ”Non commento indiscrezioni – dice De Mistura – Ma comunque non cambiamo rotta”.

Dopo il rinvio di stamattina, è intervenuto anche Letta da Doha: ”Non si può continuare così: sono due anni che aspettiamo, l’India metta le carte sul tavolo”.(Ansa)

I commenti sono chiusi.