La prima di un pressapochismo quasi annunciato. Partita sabato 5 dicembre la rassegna culturale: Natale nel borgo… Concerti nelle chiese” una prima che ha visto in una location sovraffollata, a limite di tutti i canoni di sicurezza in fatto di eventi pubblici, quella della cattedrale cittadina invasa da curiosi e da qualche cultore della buona musica.

Assiepati senza il buonsenso di lasciare libero il camminamento agevole per anziani , deambulanti o bambini costretti a farsi spazio in una calca quasi grottesca a riprova dell’ostentazione  di un amministrazione che arranca anche ad organizzare un evento di spessore come quello della cantante israeliana Noa.

Nulla da eccepire per le doti della vocalist ma resta quell’orticante esperienza di vedere come si ostenti con disinvoltura il “presunto_fare” lasciando, comodamente, a casa la ragionevolezza di preparare un evento con un tantino di accorgimenti sulla sicurezza che in un teatro o affini sarebbe d’obbligo ma che in una chiesa , a quanto pare, tutto è affidato ai Santi?

I mugugni, tra il pubblico non si sono fatti attendere per l’evidente lacuna manifestata in un evento dal richiamo sicuro e che una piazza, un area mercatale,o una zona eventi come le quattro colonne avrebbe sortito maggiore consenso e un tantino di applausi corali, come ieri sera che ovviamente erano rivolti alle doti canore di una Noa in splendida forma e non, come scriverebbe il pennivendolo di regime, ad una organizzazione altamente disorganizzata.

Di altro tono gli eventi che si sono visti per il centro storico, ritornato a vivere grazie a quell’associazionismo vitale per sopperire alle evidenti lacune di un amministrazione in evidente affanno. Un complessino locale a fare il verso a canzoni italiane un tantino su ritmi giovanili , salti banchi ,curiosi , qualche scontata bancarella con prodotti quotidiani , locali affollati di avventori e il sorriso di bambini che si appropriano di uno spazio scevro da auto e da cattivi pensieri che albergano in cittadini che non avendo rispetto per loro stessi figuriamoci per la loro città.

Un percorso natalizio partito, come al solito, grazie al coraggio di associazioni e di commerciati che fanno i conti anche questa’anno con una crisi economica evidente ma che coraggiosamente sono li con un sorriso e la loro innata ospitalità ad andare avanti anche con mille difficoltà. Il centro storico chiuso al traffico come volevasi dimostrare , dopo anni di critiche e di inciuci mediatici manifesta la sua valenza e la sua unicità in un luogo unico e irripetibile tanto da riprendere vita tutto l’anno.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Puoi liberamente fornire, rifiutare o revocare il tuo consenso senza incorrere in limitazioni sostanziali e modificare le tue preferenze relative agli annunci pubblicitari in qualsiasi momento accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie. Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie o altri identificatori ovvero di accettare le eventuali preferenze che hai selezionato, cliccando sul pulsante accetta o chiudendo questa informativa. maggiori informazioni

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza i Cookies piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per ricordare le attività e le preferenze scelte da voi e dal vostro browser.

In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa e forniscono dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Tuttavia è possibile disabilitare i cookie direttamente dal browser così come indicato di seguito.

Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Microsoft Internet Explorer
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale, quindi ‘Opzioni Internet’
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Scegliere il livello di sicurezza dei cookie


Firefox
1. Selezionare “Strumenti” dalla barra delle applicazioni principale e in seguito “Opzioni”
2. Cliccare sulla scheda ‘Privacy’
3. Nella sezione “Cookie” deselezionare la casella “Accetta i cookie dai siti”


Google Chrome
1. Cliccare sull’icona della chiave e selezionare “Impostazioni”
2. Cliccare sul link “Mostra impostazioni avanzate”
3. Cliccare sul pulsante “Impostazioni dei contenuti” sotto ‘Privacy’
4. Modificare l’impostazione dei cookie: ‘Impedisci ai siti di impostare dati’
5. Cliccare sul pulsante ‘OK’


Opera
1. Selezionare “Impostazioni” nella barra delle applicazioni principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare su ‘Avanzate’ e selezionare “Cookie”
3. Cliccare su ‘Non accettare mai i cookie’
4. Cliccare ‘OK’


Safari
1. Cliccare il pulsante ‘Strumenti’ dalla barra principale e selezionare “Preferenze”
2. Cliccare ‘Sicurezza’
3. Nella sezione ‘Accetta Cookie “, cliccare su ‘Mai ‘
4. Chiudere la finestra


Se il vostro Browser non è presente in questa pagina è possibile consultare il sito aboutcookies.org, che offre una guida per tutti i browser moderni.

Chiudi